Auto estere ‘nazionalizzate’ per essere vendute in Italia, 8 arresti in Campania e Puglia

polizia stradale

Sono otto le misure cautelari che la polizia stradale di Taranto sta eseguendo nei confronti di persone residenti tra Taranto, Bari, Lecce e Napoli accusate di associazione a delinquere finalizzata al riciclaggio e alla ricettazione di auto di alta gamma commerciale. Il metodo utilizzato dall’organizzazione, secondo gli inquirenti, era quello della ‘falsa nazionalizzazione’: in sostanza sarebbero stati utilizzati dati apparentemente genuini di vetture circolanti in altri Paesi comunitari per procedere alle nuove immatricolazioni in Italia con l’utilizzo di documenti di circolazione estera contraffatti.

Sono in corso anche i sequestri, presso le Motorizzazioni Civili di Napoli, Palermo e Lecce, di fascicoli di nazionalizzazione delle auto. Gli indagati, secondo gli inquirenti, riuscivano a far ottenere, in tempi rapidi, immatricolazioni e nazionalizzazioni corredati di documentazione falsa o inesatta.    I provvedimenti restrittivi sono stati eseguiti da personale della Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Taranto, in collaborazione con la Squadra di Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Stradale per la Puglia, per la Campania e la Sezione Polstrada di Lecce.

Leggi anche:
– 
Appalti, con l’emergenza Coronavirus persi 19 miliardi. L’Anac frena sui super commissari
– 
Finti matrimoni per favorire l’immigrazione clandestina, 5 arresti e 78 indagati a Milano: coinvolti titolari di Caf
Coronavirus, 30 vittime e 201 nuovi positivi. La Campania registra 3 casi
Voucher al posto del rimborso. L’Ue: «Italia viola i diritti passeggeri». Avviata procedura d’infrazione
Stadio Roma, la Procura chiede il rinvio a giudizio per Centemero (Lega) e Bonifazi (IV)
Casoria, serra per la coltivazione di marijuana in casa: arrestato un 33enne
Whirlpool Napoli, nuovo tavolo il 31 luglio. Azienda conferma lo stop alla produzione. Patuanelli: «Piano B con Invitalia»

venerdì, 3 Luglio 2020 - 08:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA