Grosseto, 3 minorenni indagati per stupro di una 15enne: la violenza sarebbe stata ripresa in un video diffuso su Whatsapp

Abusi

La Procura dei minori di Firenze ha inviato tre avvisi di conclusione indagine nei confronti di tre ragazzi minorenni accusati di violenza sessuale di gruppo. La vittima del presunto stupro è una quindicenne che sarebbe stata violentata durante una festa che si è svolta in un appartamento di Marina di Grosseto e che conosceva i tre ragazzi, suoi coetanei, perché frequentava la stessa comitiva.

La ragazzina ha denunciato gli abusi e i presunti responsabili, che hanno 16 e 17 anni. La giovane, come ha poi raccontato il quotidiano ‘La Nazione’, avrebbe subito la violenza durante una festa che era stata organizzata sabato sera, sarebbe stata fatta entrare nel bagno dell’abitazione e lì i tre minorenni avrebbero compiuto la violenza, forse utilizzando anche degli oggetti trovati nella stanza. Uno di loro avrebbe fatto da palo, restando sulla porta, così da assicurarsi che nessuno potesse entrare. La violenza sarebbe stata anche ripresa con un telefonino e il video fatto poi girare sui social, soprattutto su gruppi Whatsapp. Il video è stato poi rimosso ma è finito ugualmente tra gli elementi in possesso della squadra mobile grossetana.  sim video: #Guccibeautynetwork, l’imperfezione è la bellezza. VIDEO

Gli accertamenti vanno avanti nel riserbo più assoluto – e la prima cosa da verificare resta appunto l’esatto svolgimento dei fatti -, ma non è escluso che i tre minorenni adesso accusati della presunta violenza sessuale possano essere anche gli autori degli atti vandalici commessi nel corso della stessa notte sul litorale con lettini tagliati, ombrelloni divelti e anche gomme di un’auto e di un furgone squarciate. Un raid che si sarebbe concluso con l’aggressione a danno di tre giovanissimi turisti aretini, due dei quali rimasti feriti. Uno in particolare, un quindicenne, ha avuto la frattura della mandibola ed è stato sottoposto ad un intervento chirurgico nell’ospedale di Siena. Su questi episodi indagano i carabinieri.

Leggi anche:
– 
Turiste morte in un incidente con lo slittino, chiuse le indagini: per i pm fatale l’assenza di cartelli in italiano
– 
In fuga Graziano Mesina, l’ex primula rossa sarda irreperibile dopo la condanna definitiva a 30 anni in Cassazione
– 
Auto estere ‘nazionalizzate’ per essere vendute in Italia, 8 arresti in Campania e Puglia
– 
Appalti, con l’emergenza Coronavirus persi 19 miliardi. L’Anac frena sui super commissari
– 
Finti matrimoni per favorire l’immigrazione clandestina, 5 arresti e 78 indagati a Milano: coinvolti titolari di Caf
Coronavirus, 30 vittime e 201 nuovi positivi. La Campania registra 3 casi
Voucher al posto del rimborso. L’Ue: «Italia viola i diritti passeggeri». Avviata procedura d’infrazione
Stadio Roma, la Procura chiede il rinvio a giudizio per Centemero (Lega) e Bonifazi (IV)
Casoria, serra per la coltivazione di marijuana in casa: arrestato un 33enne
Whirlpool Napoli, nuovo tavolo il 31 luglio. Azienda conferma lo stop alla produzione. Patuanelli: «Piano B con Invitalia»

venerdì, 3 luglio 2020 - 10:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA