Tentò a casa un esperimento di chimica, morto bimbo di 10 anni: rimase gravemente ustionato

Ambulanza

Non ce l’ha fatta Riccardo, il bimbo di 10 anni che lo scorso 29 maggio è rimasto gravemente ustionato dopo un esperimento di sciente nella sua abitazione. Il bambino è morto oggi all’ospedale infantile Regina Margherita di Torino: aveva riportato ustioni sul 60%.

Riccardo era a casa a Collegno con la sua famiglia: stava cercando di riprodurre il «Serpente del Faraone» (un esperimento creato con un miscuglio di bicarbonato, sabbia, zucchero e alcol), ma una fiammata lo aveva raggiunto causandogli terribili ustioni.

Leggi anche:
Carceri, per i detenuti a Potenza occasione di lavoro in servizi di pubblica utilità: firmato protocollo d’intesa
Giornalista picchiato a Genova negli scontri tra antifascisti e polizia, chiesto il processo per quattro agenti
– 
Salvini torna a Mondragone dopo le contestazioni, blitz mattutino: «A quest’ora quelli dei centri sociali dormono»
– 
Coronavirus, un nuovo caso a San Giorgio a Cremano. Il sindaco Zinno: «Il Covid 19 esiste ancora, rispettiamo le regole»
– 
Grosseto, 3 minorenni indagati per stupro di una 15enne: la violenza sarebbe stata ripresa in un video diffuso su Whatsapp
– 
Turiste morte in un incidente con lo slittino, chiuse le indagini: per i pm fatale l’assenza di cartelli in italiano
– 
In fuga Graziano Mesina, l’ex primula rossa sarda irreperibile dopo la condanna definitiva a 30 anni in Cassazione

venerdì, 3 Luglio 2020 - 15:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA