Lo uccisero dopo una grigliata, mutilarono e carbonizzarono il corpo: l’orrore a Milano, due condanne a 30 anni

giudice martello

Due condanne a 30 anni di carcere e un patteggiamento a 5 anni. Si è chiuso così in primo grado con rito abbreviato, davanti al gip di Milano Patrizia Nobile, il processo sull’omicidio a coltellate, dopo una grigliata, del colombiano Hernandez Tautiva Cristian Giovanny, il cui cadavere mutilato e carbonizzato venne trovato il 30 marzo dello scorso anno nel quartiere Bovisasca, nel capoluogo lombardo.

In particolare, a seguito dell’inchiesta del pm Paolo Storari e della Squadra mobile, sono stati condannati a 30 anni (era stato chiesto l’ergastolo per entrambi) per l’omicidio Jhonathan Hernandez Vega e Dilan Mateus Carddenas, mentre ha patteggiato 5 anni William Gomez Arango, difeso dall’avvocato Robert Ranieli e che era finito in carcere con l’accusa di aver aiutato gli altri due colombiani a tagliare il corpo e a nasconderlo.

Leggi anche:
Farmaci comprati con ricette false e rivenduti a stranieri, 44 perquisizioni eseguite in mezza Italia
Napoli, staccò a morsi l’orecchio al rivale in amore: sconto di pena al figlio del defunto boss Marino e di Tina Rispoli
Allontanato dalla Dna dopo i dialoghi con Palamara, il pm Sirignano torna in procura ma a Napoli Nord
«Io, violentata in un bar dei Navigli a Milano»: la procura apre un’inchiesta
Coronavirus, in Italia 162 nuovi casi e 17 decessi. Quasi 35mila le vittime dall’inizio della pandemia
Fase 3, in piazza Plebiscito la protesta dei lavoratori del settore edile di Napoli
L’appello di 83 super-ricchi: «Tassateci, vogliamo contribuire contro il Covid»
Whirlpool, di nuovo in piazza con i sindacati: la protesta parte da Napoli, aderiscono tutti gli stabilimenti
Bus con 50 bambini a bordo dirottato, autista condannato a 24 anni: risarcimenti milionari, c’è la finalità terroristica

giovedì, 16 Luglio 2020 - 12:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA