Battisti, denuncia in procura contro l’isolamento ‘forzato’: è illegittimo

Arrestato in Bolivia Cesare Battisti

Cesare Battisti ha presentato una denuncia alla procura della Repubblica di Roma per abuso d’ufficio contestando il suo isolamento “forzato” nel carcere di Massama (Oristano).

L’ex terrorista dei Proletari armati per il comunismo  sta scontando in Sardegna i suoi ergastoli dal 14 gennaio 2019, dopo essere stato arrestato al suo arrivo a Roma dalla Bolivia. «Avrebbe dovuto scontare solo sei mesi di isolamento in base al provvedimento emesso dalla Corte d’Assise d’Appello di Milano nel 1993 – spiega l’avvocato Gianfranco Sollai – invece questo suo status permane ancora e non è sorretto da alcuna legge né tanto meno da alcun provvedimento giudiziario».

«Questo significa nessun momento di socializzazione e nessuna possibilità di rieducazione del condannato che è un principio consacrato dal nostro ordinamento», aggiunge Sollai. 

Leggi anche:
– 
Napoli, sfonda in auto la ringhiera in via Petrarca e precipita: 29enne estratto dalle lamiere | Video
– 
Corruzione: ai domiciliari sindaco, ex vicesindaco e comandante della Polizia municipale di Favignana
– 
Dia, 51 Comuni sciolti per mafia: dato più alto dal ’91. Al Nord professionisti e imprenditori si ‘propongono’ alle cosche
– 
Sentenza copia-incolla, il ministro Bonafede invia gli ispettori alla Corte di Appello penale di Venezia
– 
Palermo, nessuna vittima nel sottopasso allagato. Dopo il disastro la Procura valuta l’apertura di un’indagine
– 
Superbonus per le case, incentivi auto, cassa integrazione e tasse: tutte le novità del Dl Rilancio approvato a Senato
– 
Esame avvocato, la denuncia dell’UpAvv: «Lo slittamento dell’esito degli scritti altra tegola sui praticanti»
– 
L’allarme della Dia: per le mafie il Coronavirus è un affare, boom di guadagni grazie all’emergenza

venerdì, 17 Luglio 2020 - 14:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA