Contraffazione, sotto chiave due fabbriche del falso. Sequestrate anche 500 mascherine

Guardia di Finanza

Il comando provinciale della guardia di finanza di Napoli, nel corso di due distinte operazioni, condotte tra il rione Sanità del capoluogo partenopeo e Ottaviano (NA), ha sottoposto a sequestro altrettante ‘fabbriche del falso’.

La compagnia di Ottaviano ha scoperto una stamperia abusiva allestita con strutture e macchinari altamente performanti per la produzione ed il confezionamento di capi di abbigliamento contraffatti, tra cui mascherine non a norma. Il gruppo pronto impiego di Napoli ha individuato un opificio domestico clandestino allestito con strutture e macchinari utilizzati per la fabbricazione e il confezionamento di borse con marchi falsi.

In particolare, nel corso del primo intervento, i finanzieri hanno sequestrato, all’interno di una stamperia clandestina, più di 600 cliché, alcuni dei quali riportavano noti marchi.
Rinvenute anche 500 mascherine per uso facciale prive delle autorizzazioni del Ministero della Salute, quindi non garantite per un’efficace protezione, e oltre 3700 metri di carta che riproducevano i personaggi dei cartoni animati. Sottoposti a sequestro anche 30 chili di scarti di lavorazione. Denunciate due persone per contraffazione marchi, ricettazione, inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità, e sanzionati anche per violazioni al Testo Unico sull’Ambiente.

Leggi anche:
– Milano, monopattino elettrico contro un furgone: 31enne in gravi condizioni
Scontro frontale tra auto e camion, quattro morti in provincia di Bari
– 
Napoli, sfonda in auto la ringhiera in via Petrarca e precipita: 29enne estratto dalle lamiere | Video
– 
Corruzione: ai domiciliari sindaco, ex vicesindaco e comandante della Polizia municipale di Favignana
– 
Dia, 51 Comuni sciolti per mafia: dato più alto dal ’91. Al Nord professionisti e imprenditori si ‘propongono’ alle cosche

sabato, 18 Luglio 2020 - 11:40
© RIPRODUZIONE RISERVATA