Crollo nascite, un esempio virtuoso da un’azienda del Sud: bonus di 300 euro al mese ai lavoratori che fanno un figlio

bambini affidi

In tempi di crisi e crollo delle nascite, una buona notizia arriva da un’azienda pugliese che ha deciso di destinare un bonus di 300 euro al mese per un anno ai lavoratori che avranno un bambino. Il bonus si aggiunge a quello di seimila euro una tantum già deciso nel giugno del 2019. A dare un segnale forte di vicinanza ai lavoratori con famiglia è il gruppo industriale ‘Plastic Puglia’ di Monopoli, in provincia di Bari.

Vitantonio Colucci, fondatore e titolare dal 1967 del gruppo, con circa 180 lavoratori, specializzato nell’irrigazione di precisione ha spiegato che la decisione dell’ulteriore premio in busta paga è stata presa dopo la nascita nel 2020 di tre bambini, figli di dipendenti: «Ho deciso di istituire questo nuovo bonus-  ha sottolineato Colucci – perché noto con rammarico che lo Stato non dedica particolare attenzione al drammatico calo demografico che continua a investire l’Italia. La somma che metto a disposizione dei miei dipendenti aiuterà ad affrontare le prime, più indispensabili spese che comportano l’arrivo di un neonato. Mi auguro possa costituire un incentivo a far nascere altri bambini».

Riferendosi ai dati allarmanti diffusi dall’Istat nei giorni scorsi, l’imprenditore ha inoltre evidenziato che «il progresso dell’economia di uno Stato è nello sviluppo demografico. I nuovi nati sono cittadini dello Stato, e lo stesso Stato al quale appartengono ha il dovere di aiutarne e supportarne la crescita. Il mio incentivo alle nascite è una idea maturata nell’ottica di un sostegno alla crescita demografica e sono certo che potrà favorire anche il ‘ricambio generazionale’ del mio gruppo, dove lavorano già i figli di molti dipendenti. Mi auguro che – ha concluso Colucci – possa essere di esempio e d’incoraggiamento per altre aziende».

Leggi anche:
– 
Firenze, fatture false per 75 milioni di euro: sotto indagine cinque cooperative del settore trasporti e logistica
– 
Ancona, maxi-sequestro di mascherine provenienti dalla Cina. Requisite 10mila tute monouso
– 
Incidente sul lavoro a Roma: due operai morti dopo una caduta dall’ottavo piano
– 
Coronavirus, a giugno in 15 giorni quasi mille casi in più di contagi sul posto di lavoro: i dati del dossier dell’Inail
– 
Rapina a furgone portavalori nel 2019, tre arresti nel Brindisino
– Torre del Greco, soldi sottratti al Fisco: sequestrati beni a una società specializzata in ristorazione e turismo

lunedì, 20 luglio 2020 - 14:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA