L’autista chiede di indossare la mascherina, due giovani reagiscono prendendo a sassate il pullman

Mascherina Coronavirus
Le mascherine diventatate simbolo della lotta al Coronavirus (foto Kontrolab)

Sempre più complicata la fase 3, quella che doveva traghettare l’Italia verso un ritorno alla completa normalità. Tra aumento di contagi e ‘disattenzione’ dei cittadini verso quelle regole di distanziamento che proteggono dal contagio, la situazione sta diventando complessa. Vincenzo De Luca ‘minaccia’ il ritorno all’obbligo di mascherina all’aperto in caso di aumento pericoloso dei casi di Coronavirus e chiede ai sindaci di chiudere quei negozi nei quali non si rispetta né viene fatto rispettare l’obbligo di indossare il dispositivo di protezione.

Quanto avvenuto a Casalnuovo ieri sera, però, ha qualcosa in più ed è spia non solo della disobbedienza ma anche della strafottenza verso regole salva-vita. Una fra tutte: mettere la mascherina quando si sale sui mezzi di trasporto. Alcuni ragazzi hanno infatti preso a sassate e a calci un autobus perché l’autista aveva chiesto loro di indossarla.

Il fatto è avvenuto su un pullman della linea 669, che collega Napoli (piazza Garibaldi) con Casalnuovo. Due ragazzi di circa 20 anni salgono a bordo senza avere la bocca e il naso coperti. L’autista li invita a indossarla e uno dei due comincia ad inveire animatamente nei confronti del conducente, fino a minacciarlo. Il conducente li invita a scendere ma i ragazzi, una volta a terra, passano dalle parole ai fatti: cominciano a colpire il bus a calci poi prendono dei grossi sassi e mandano in frantumi la porta centrale. Poi scappano, poco prima dell’arrivo di volante dei carabinieri. L’autista li ferma e denuncia l’accaduto. I militari riescono a rintracciare i due giovani e li portano in caserma. L’autobus, invece, è costretto a rientrare nel deposito, per le riparazioni. L’autista dovrà sporgere denuncia per danneggiamento e interruzione di pubblico servizio.

Un altro caso si era verificato, sempre ieri a Napoli dove un uomo è salito a bordo di un bus dell’Anm ed è stato invitato a scendere perché senza mascherina ma prima di farlo ha mandato in frantumi uno dei vetri del mezzo pubblico con un calcio. E’ accaduto sulla linea 604 in partenza, alle 13,20, dal Cardarelli.

Leggi anche:
– 
Bomba d’acqua su Milano, esonda il fiume Seveso: caos e danni ma nessun ferito
– 
Ucciso con 14 coltellate, bomba d
– 
Avvocati, l’odissea dei praticanti: 7 mesi senza notizie sugli esiti degli scritti. Pronta un’interrogazione parlamentare
– 
Blitz contro lo spaccio di shaboo, la potente droga sintetica che rende insonni e deforma il viso: 8 arresti a Roma
– 
Peculato, arrestato un maresciallo dei carabinieri: per i pm sottrasse refurtiva e una volta scoperto depistò le indagini
– 
Coronavirus, sulla proroga dell’emergenza decide il Parlamento. Opposizione sulle barricate, Salvini: «Li chiudo in Aula»
– 
Sgominata la banda dei matrimoni combinati: nozze finte per il permesso di soggiorno, un arresto e 56 indagati
– 
Catturati gli ‘ambasciatori’ della ‘ndrangheta nel mondo: blitz tra Sud America e Balcani, stanati 6 latitanti
– 
Coronavirus, Italia in ansia: +300 contagi. La Lombardia ha più ‘attualmente positivi’, incremento di casi in Campania

venerdì, 24 Luglio 2020 - 11:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA