Sottrasse un’ingente somma di denaro da un libretto postale, sequestro per 40mila euro a ex dipendente delle Poste

Poste Italiane

Si è appropriato indebitamente di circa 40mila euro, sottraendo il denaro da un libretto postale intestato a un’anziana parente: nella giornata di oggi un ex dipendente delle Poste (ha perso il posto di lavoro in seguito all’inchiesta) è stato raggiunto da un provvedimento di preventivo di disponibilità finanziarie per 40mila euro nei confronti dell’uomo.

La misura cautelare è stata disposta dal gip del Tribunale di Pescara, su richiesta della Procura della Repubblica, a conclusione di un’articolata attività investigativa che ha consentito di accertare che il dipendente, ora licenziato, tra il 2016 e il 2017 si è appropriato indebitamente di circa 40mila euro, sottraendo la somma da un libretto postale intestato a un’anziana parente. Il provvedimento è stato eseguito dalla Guardia di Finanza di Pescara

La condotta era stata posta in essere mediante prelievi direttamente dalla cassa o tramite sportello bancomat, utilizzando una carta Postamat associata al libretto postale. Per l’appropriazione, l’impiegato, che abusava della qualità di pubblico ufficiale, è stato deferito all’Autorità Giudiziaria per il reato di peculato. 

Leggi anche:
– 
Carabinieri arrestati, 4 ore di interrogatorio per il maggiore accusato di avere chiuso un occhio sulla stazione Levante
– 
Coronavirus, Conte: «Proroga emergenza fino al 15 ottobre. Dannoso non farlo»
– Gualtieri: «Inizia la risalita. Forte rimbalzo nel terzo trimestre». Confermato il rinvio di tasse e cartelle sospese
Furti di farmaci oncologici a Trieste, arrestate 4 persone tra Napoli e Melito
– 
Coronavirus, focolaio a Pozzuoli: 5 contagi, 4 lavorano in ospedale. Figliolia: «Prudenza, il virus non è scomparso»
– 
Torre Annunziata non è più ‘Covid free’: nuovo contagio, è un 71enne asintomatico. In Campania +14 casi
– 
Scuola, protocollo d’intesa per il rientro in classe: ecco il medico ‘di sorveglianza’ negli istituti

martedì, 28 Luglio 2020 - 20:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA