Pordenone, muore di infarto dopo una giornata al lavoro sotto il sole

carabinieri

Un uomo, di 36 anni, cittadino romeno, residente a Verona, dipendente di un’azienda di Padova impegnata nella posa della fibra ottica, è morto nel pomeriggio di ieri a Pasiano (Pordenone) per un attacco cardiaco che lo ha colpito mentre ancora stava lavorando nel cantiere stradale.

Da quanto si è appreso, l’operaio aveva trascorso gran parte della giornata sotto il sole, con temperature molto elevate. Nonostante la tempestività dei soccorsi, l’uomo non si è più ripreso.

Sul posto sono stati chiamati i carabinieri che hanno richiesto l’intervento degli ispettori dell’Azienda sanitaria per valutare se siano state rispettate le norme di prevenzione di infortuni sul lavoro, in considerazione del clima afoso di queste giornate.

Leggi anche:
– Covid, De Luca: «Carta d’identità obbligatoria al ristorante e controlli ai passeggeri dei bus dall’estero»
– 
Divise delle forze dell’ordine realizzate all’estero, interrogazione di Fdi sulla delocalizzazione delle aziende
– 
Salerno, termoscanner anti-Covid non in regola: maxi-sequestro della Finanza
– 
Sassari, sub ucciso da motoscafo: indagato il conducente dell’imbarcazione
– 
Istat, il Pil dell’Italia post quarantena è ai minimi storici: -12,4% nel secondo trimestre, -17,3% annuo

venerdì, 31 luglio 2020 - 18:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA