Voli cancellati per il Covid, Alitalia e Volotea corrono ai ripari dopo i procedimenti dell’Antitrust: sì ai rimborsi

alitalia

Dopo l’avvio del procedimento Antitrust, Alitalia e Volotea fanno un passo indietro per evitare di incorrere in pesanti sanzioni e annunciano che offriranno il rimborso del biglietto aereo per i voli cancellati a causa del Coronavirus. Le due compagnie hanno anche rafforzato le misure di assistenza ai consumatori che possono ora liberamente scegliere tra rimborso o voucher maggiorato. La notizia è stata data dall’Autorità garante della concorrenza e del mercato che ha deciso di non adottare alcuna misura cautelare a conclusione di due sub-procedimenti nei confronti delle due linee aeree. Nel frattempo, riferisce una nota, proseguono i procedimenti principali nei confronti delle due società per l’eventuale accertamento di pratiche commerciali scorrette. 

«I sub-procedimenti – ricorda il comunicato – sono stati avviati per sospendere la pratica consistente nella vendita di alcuni voli poi unilateralmente cancellati, a causa della diffusione del Covid-19, nonché nell’offerta ai consumatori del solo voucher per i servizi di trasporto da svolgere in un periodo e per destinazioni in cui non ci sono più limiti di circolazione stabiliti dai provvedimenti governativi. Il tutto, peraltro, senza fornire adeguata informazione e assistenzaı».

Alitalia e Volotea, prosegue la nota, «hanno apportato modifiche alle comunicazioni inviate in caso di cancellazione o di riprogrammazione dei voli. In particolare le compagnie hanno limitato l’utilizzo della causale per la pandemia Covid ai soli casi in cui non è oggettivamente possibile operare il volo a causa di restrizioni ai trasferimenti di persone. Inoltre i vettori hanno previsto la possibilità di richiedere il rimborso pecuniario attraverso una procedura automatica e con tempi certi. Dunque viene lasciata al consumatore l’eventuale scelta di ricevere un voucher, peraltro maggiorato. Entrambe le compagnie hanno anche rafforzato le misure di assistenza ai consumatori attraverso un significativo incremento degli addetti ai rispettivi call center».

Leggi anche:
– 
Divise delle forze dell’ordine realizzate all’estero, interrogazione di Fdi sulla delocalizzazione delle aziende
– 
Salerno, termoscanner anti-Covid non in regola: maxi-sequestro della Finanza
– 
Sassari, sub ucciso da motoscafo: indagato il conducente dell’imbarcazione
– 
Istat, il Pil dell’Italia post quarantena è ai minimi storici: -12,4% nel secondo trimestre, -17,3% annuo
– 
Studi classici e una laurea in Storia, così l’ex killer di mafia per i giudici si è redento: concessa la libertà
– 
Viaggiava in auto con moglie e figlio e un carico di 7,5 kg di cocaina: arrestato un poliziotto
– 
‘Ndrangheta, estorsioni e armi: colpo alla cosca Labate. Carabinieri notificano 6 arresti
– 
Guerra per il monopolio del servizio di facchinaggio, 4 arrestati: aggredirono a sprangate dipendenti di ditta rivale
– 
In Campania +16 positivi, preoccupazione nel Nolano: 7 contagi e tamponi per bambini e dipendenti di un centro estivo

venerdì, 31 luglio 2020 - 16:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA