Accusato dell’omicidio della moglie, ottiene i domiciliari dal Riesame

Eleonora Ferraro
Eleonora Ferraro

Il Tribunale del riesame di Rovereto ha accolto il ricorso di Marco Manfrini, accusato dell’omicidio della moglie Eleonora Perraro avvenuto nel settembre dell’anno scorso a Nago Torbole, sul Garda trentino, concedendogli la possibilità di aspettare il processo agli arresti domiciliari. Nell’accogliere il ricorso presentato dai legali dell’uomo, secondo i giudici non ci sono estremi per tenere Manfrini in custodia cautelare in carcere. Manfrini era già stato scarcerato una prima volta durante il lockdown ma poi, all’inizio del luglio, ad emergenza finita, era stata decisa una nuova incarcerazione.

Ora, secondo il Tribunale del Riesame allo stato attuale, considerato il comportamento dell’indagato, gli arresti domiciliari sembrano la misura cautelare più adatta. Manfrini è accusato di omicidio volontario pluriaggravato e in particolare di aver aggredito e ucciso la moglie nel giardino del locale pubblico ‘Sesto Grado’ di Nago, dove i due avevano trascorso la notte. Episodio di cui l’uomo dice di non ricordare nulla.

Leggi anche:
Truffa alla Sanità, false fatture per ottenere il rimborso di spese mediche mai fatte: tre arresti e 208 indagati
Rovigo, uccide il padre conficcandogli le forbici in gola: 45enne in stato di fermo
– Esplosione a Beirut, c’è il rischio chimico: vigili del fuoco italiani partiti per il Libano. I morti salgono a 135, primi arresti
– Statue, reperti e opere di Warhol e Dalì, sequestrati beni per 450 mila euro a Giuseppe Barletta
– 
Comune di Napoli, accuse e rinfacci dopo il salvataggio di de Magistris sul bilancio. Nonno e i renziani si difendono
– 
Scomparsa col figlio di 4 anni dopo un incidente, ricerche dei sub in un laghetto artificiale. Ascoltato il marito
– 
Sgarbi sospeso dalla Camera per 15 giorni dopo il caos provocato a fine giugno. Fico: «Le regole vanno rispettate»

giovedì, 6 Agosto 2020 - 13:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA