Roma, nonno spara per errore al nipote di 7 anni: i medici hanno dichiarato la morte cerebrale del piccolo

Ambulanza

E’ stata dichiarata la morte cerebrale per il piccolo di 7 anni ferito con un colpo di arma da fuoco partito dalla pistola del nonno. Una tragedia che si è consumata ieri mattina in località Conca D’Oro a Roma: già da subito le condizioni del bimbo erano apparse gravissime, in serata i medici del policlinico Umberto I ne hanno dichiarato la morte cerebrale.

Sulla vicenda che ha sconvolto una tranquilla famiglia di Palombara Sabina, piccolo comune alle porte di Roma, oggi indaga la polizia che deve ricostruire nel dettaglio l’accaduto e verificare ogni responsabilità. Quanto sinora emerso anche dalla testimonianza del nonno del piccolo è che si è trattato di una tragica fatalità. Stando a quanto detto dall’uomo, un 76enne romano, agli inquirenti, il colpo sarebbe partito in modo fortuito dalla pistola che deteneva da tempo e che risulta regolarmente denunciata insieme ad altre armi. L’anziano avrebbe l’hobby della caccia.

Ieri mattina il nipotino, accompagnato dal papà, è andato a trovarlo nell’appartamento di via Sillaro a Roma. Forse perché stava riponendo l’arma proprio per non farla toccare al piccolo, forse perché la stava pulendo (le ipotesi sono al vaglio degli investigatori), dalla pistola calibro 9 è partito un colpo che si è conficcato nella nuca del bambino. Erano le 10,30, subito dopo la corsa disperata verso il policlinico Umberto II e nel tardo pomeriggio il drammatico bollettino dei medici che avevano tentato di salvarlo con un delicatissimo intervento di neurochirurgia.

Il nonno, in stato di choc, ha raccontato cosa accaduto. Tutto depone per la tragica fatalità ma la procura di Roma indaga comunque per omicidio colposo.

Leggi anche
– 
Bonus Inps, il terzo ‘furbetto’ è Rizzone dei 5 Stelle: già deferito ai probiviri. In Veneto dimissionari 3 consiglieri regionali
– 
Allarme Covid, tampone per chi è stato in vacanza in 4 Paesi a rischio. Casi positivi in Lazio e Campania dopo visite all’estero
– 
Covid in Campania, sui finanziamenti alla sanità privata adesso indaga anche la procura di Napoli
Camorra, uccisi e fatti sparire 11 anni fa: ritrovati i corpi del ras Russo, del figlio e dell’autista. Erano legati al clan Lo Russo
Bonus Inps da 600 euro, scoperti i 2 deputati leghisti: sospesi dal Carroccio. Venerdì ‘processo’ a Tridico alla Camera
Frana in Valtellina, tre morti: tra le vittime anche una bambina

venerdì, 14 Agosto 2020 - 08:47
© RIPRODUZIONE RISERVATA