Truffa in autostrada, indagati 7 casellanti della Milano-Serravalle. Per l’accusa intascavano i soldi dei pedaggi

autostrada, casello

Sono accusati di avere intascato pedaggi autostradali per circa 200mila euro: sono sette i casellanti dell’autostrada A7 Milano-Serravalle indagati e che il prossimo 7 settembre compariranno davanti al giudice per l’udienza preliminare del Tribunale di Milano.

Secondo quanto riporta ‘La provincia pavese’, la società che gestisce la Milano-Serravalle nel 2018 aveva rilevato alcune irregolarità ai caselli dell’uscita Milano Ovest e aveva deciso di affidare a una società di investigazioni l’accertamento di quanto accadeva.

Secondo l’accusa, i casellanti (in modo diverso dato che ad alcuni sono contestate diverse decine di episodi, ad altri anche duemila) usavano stratagemmi come quello di oscurare le telecamere, oppure sostituendo il biglietto di un automobilista con uno di una tratta ben inferiore intascandosi la differenza. In un caso, una macchina arrivata da Pietra Ligure aveva pagato 16,70 euro ma figurava ne avesse dati solo 2,60.

Leggi anche
– 
Maestra scomparsa nel Pisano, Simona ritrovata cadavere nella sua automobile in fondo a un dirupo
– 
Maltempo, nubifragi e grandinate in Veneto. Il governatore Luca Zaia annuncia lo stato di crisi
– 
Barcellona, turisti italiani arrestati con l’accusa di avere drogato e stuprato due ragazze conosciute in vacanza
– 
Coronavirus, gli ultimi dati: 1210 casi in Italia, 7 decessi. In Campania 138 nuovi contagi, Sardegna osservata speciale
Caronia, i tecnici di nuovo sul luogo della morte di Viviana e Gioele: l’obiettivo è sciogliere i nodi sulla sorte toccata ai due
Travolta e uccisa da un pirata della strada nel Napoletano: è caccia a due persone, la verità racchiusa nelle telecamare

lunedì, 24 Agosto 2020 - 09:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA