Coronavirus, contagi sotto quota mille in Italia. In Campania +116, la Regione acquista termoscanner per le scuole

(foto Kontrolab)

I nuovi contagiati da Coronavirus ieri sono stati 953: si torna dunque sotto quota mille nella quotidiana conta dei casi di Covid 19 nel Paese. Tre le Regioni che tornano a registrare contagi zero (Valle d’Aosta, Molise, Basilicata) mentre i morti sono 4. Cala, nello stesso tempo, il numero di tamponi processati, sono stati 45914, ovvero 21mila in meno del giorno precedente, mentre i guariti sono stati 192. In testa alla classifica dei nuovi contagi il Lazio con 146 casi, seguono il Veneto, la Campania e l’Emilia Romagna con 116 a testa, quindi la Lombardia con 110, mentre 91 se ne registrano in Sardegna.

Dei 116 casi della Campania, 54 sono ‘da rientro’, ovvero si tratta di cittadini tornati dalle vacanze (30 dalla sardegna, 24 dall’estero), e i tamponi processati sono stati 3132; e proprio sul numero di tamponi effettuati, ieri la Regione ha annunciato il potenziamento, attraverso l’immissione di nuovo personale, del lavoro dei laboratori abilitati al fine di arrivare fino a 7mila tamponi al giorno entro la prima settimana di settembre. Negli ultimi 12 giorni sono state sottoposte complessivamente a tampone in 33781 persone e 695 sono risultate positive al Covid. «Senza questo filtro molti sarebbero stati liberamente in circolazione. E’ un risultato straordinario in termini di prevenzione e garanzia di sicurezza per le nostre famiglie –  si legge in una nota della Regione. Un’operazione sicurezza, prosegue la nota «decisa con l’ordinanza del 12 agosto scorso per controllo preventivo sui cittadini che rientrano dall’estero e dalla Sardegna. Dall’isola arrivano 5 voli al giorno a Capodichino. In aeroporto sono stati stabiliti turni dalle 8 alle 24 per poter poi dare entro 12 ore i risultati dei tamponi».

E sempre sul tema della prevenzione, la Regione Campania acquisterà termoscanner da assegnare alle scuole al fine di consentire la misurazione della temperatura degli alunni all’entrata. Si inizierà alle scuole superiori. Si farà poi una verifica  tra 4/5 giorni per capire l’andamento dello screening volontario sul personale scolastico. Le strutture sanitarie regionali, si legge in una nota, si preparano a coprire eventuali vuoti per fare in modo che tutto il personale arrivi negli istituti dopo il necessario controllo. La decisione è stata assunta nel corso di una riunione convocata dal presidente della Regione, Vincenzo De Luca, con l’Unita di Crisi e tutti i direttori generali delle Asl e delle Aziende ospedaliere, nella quale sono state affrontate le problematiche relative alla riapertura delle scuole. «Come già comunicato dal Presidente, si ritiene assurda e totalmente inefficace la disposizione nazionale secondo cui il controllo della temperatura viene fatto a casa» si legge nella nota.

Leggi anche
Regionali Campania, dai commissariati di frontiera a Napoli alla candidatura con la Lega: in campo l’ex questore Errico
– 
Si arrampica sul tetto della palestra della scuola ma la struttura cede, ragazzo ferito nel Casertano
– 
Coronavirus, iniettata la prima dose di vaccino ‘made in Italy’: messa a punto dai ricercatori dello Spallanzani
– 
Regionali, in Campania la carica dei mille candidati: 8 gli aspiranti governatori. Terza sfida per De Luca e Caldoro
 Travolge e uccide una 56enne, arrestato per omicidio stradale: la patente gli era stata revocata 12 anni fa
– Truffa in autostrada, indagati 7 casellanti della Milano-Serravalle. Per l’accusa intascavano i soldi dei pedaggi
– Maestra scomparsa nel Pisano, Simona ritrovata cadavere nella sua automobile in fondo a un dirupo

martedì, 25 Agosto 2020 - 08:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA