Messina, 59enne ucciso a coltellate nel sonno: arrestato il figlio 20enne


Un 20enne ha ucciso il padre di 59 anni accoltellandolo mentre l’uomo dormiva nel suo letto nella loro casa di Spadafora, nel Messinese. Il delitto è avvenuto la notte scorsa. Il movente pare sia da ricondurre a dissidi familiari. Secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, che indagano, il giovane ha aggredito nel sonno il padre colpendolo con alcuni fendenti. La vittima ha provato a difendersi ingaggiando una colluttazione con il figlio. Il 20enne è stato arrestato per omicidio.

Nell’abitazione, secondo la ricostruzione dei carabinieri, al momento del delitto c’erano anche la convivente dell’uomo e il figlio più piccolo della vittima, un diciassettenne. Militari dell’Arma sono intervenuti dopo una chiamata al 112 arrivata dalla casa. Sul posto è intervenuto anche personale del 118, ma l’uomo era già deceduto. Il ventenne è stato trovato in stato confusionale, con i vestiti sporchi di sangue ed è stato dichiarato in arresto. Poi è stato portato in ospedale per la medicazione di ferite che ha riportato nella colluttazione col padre. Le indagini dei carabinieri sono coordinate dal procuratore di Messina, Maurizio De Lucia.

Leggi anche
– Sanità, il governo abolisce il superticket. Speranza: «Norma in vigore dal primo settembre»
– Migranti, Lampedusa di nuovo al collasso: più di mille nell’hotspot. Musumeci: «Il governo perché non interviene?»
– Scuola, scontro M5S-Pd. Marcucci attacca Azzolina: «Ministro inefficiente». Il grillino Perilli: «Da che parte stanno?»
– Palamara imputato, pressing di ‘A&I’ sull’Anm: «Sia parte civile». Ma i legali del pm attaccano: «No condizionamenti»
Scuola, a Napoli corse speciali dei mezzi di trasporto per gli studenti: così si tenterà di evitare il sovraffollamento

sabato, 29 Agosto 2020 - 16:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA