Inchiesta sull’omicidio di Willy, primi interrogatori. I fratelli Bianchi si difendono: «Non lo abbiamo picchiato»

Willy e i fratelli Bianchi
A sinistra Willy Monteiro; nella foto insieme i fratelli Marco e Gabriele Bianchi

I primi a comparire dinanzi al giudice per le indagini preliminari Giuseppe Boccarato del Tribunale di Velletri sono stati i fratelli Marco e Gabriele Bianchi. Sono accusati di omicidio preterintenzionale ma senza l’aggravante dell’odio razziale. Sono accusati del pestaggio, avvenuto a Colleferro, che ha ucciso il 21enne Willy Monteiro, che era intervenuto per difendere un compagno di scuola fatto oggetto di insulti perché a sua volta aveva difeso da apprezzamenti troppo spinti la fidanzata di un amico.

Difesi dall’avvocato Massimiliano Pica, i due fratelli si sono difesi, respingendo l’accusa di avere partecipato all’aggressione: «Siamo dispiaciuti e distrutti perché accusati di un omicidio che non abbiamo commesso», hanno detto al gip. Nella giornata di domani la difesa depositerà «nuove prove e testimonianze che contraddicono quelle della Procura».

«Anche Mario Pincarelli (altro arrestato, ndr) ha affermato di non avere preso parto alla rissa. La Procura contesta il concorso in omicidio preterintenzionale”, ha aggiunto l’avvocato Pica, che difende pure Pincarelli.

Leggi anche:
Amatrice, processo sui crolli in piazza Sagnotti: 5 condanne. Il pm piange in aula, il legale dei familiari: «Giustizia è fatta»
– 
Pizzo ai negozianti del centro storico di Palermo, torna in carcere Salvatore ‘Totuccio’ Milano
– 
Migranti, sgominata banda di trafficanti di uomini: 14 arresti. Violenze e torture durante i viaggi della speranza
– 
Cesare Battisti inizia lo sciopero della fame contro il regime di isolamento in carcere: «Per me leggi sospese»
– 
Referendum sul taglio dei parlamentari, il Pd vota Sì. Ecco come si schierano i partiti
– 
Napoli, professore e consulente: l’ex assessore Ennio Cascetta dovrà risarcire l’Università Federico II
– 
Teresa, la governante italiana uccisa da uno squilibrato in Svizzera per salvare la vita ai bambini che accudiva
– 
Usura, tassi di interesse fino al 94%: diciassette arresti. Vittima suicida perché non riusciva a estinguere debito

 

martedì, 8 Settembre 2020 - 15:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA