Coronavirus, positivo un giudice di Corte d’Appello a Palermo: sanificazione e controlli sul personale


Il Coronavirus torna nei Palazzi di Giustizia. Dopo il caso registratosi a Milano, anche dall’altro capo dell’Italia arriva la notizia di un nuovo caso positivo. A Palermo è risultato positivo un magistrato della Corte d’Appello.

Il giudice è già in autoisolamento nella sua abitazione e le sue condizioni di salute sarebbero buone. Questa mattina è stata disposta la sanificazione degli ambienti della Corte d’Appello. Sara’ l’Asp a disporre i controlli sul personale e su quanti sono stati a contatto con il magistrato.

Le misure anti Covid ordinarie al palazzo di Giustizia sono scrupolose: orari contingentati e fissi per le udienze, rilevazione della temperatura agli ingressi, obbligo della mascherina e del distanziamento di sicurezza, distributori di gel disinfettante in ogni aula e corridoio delle strutture giudiziarie.

Leggi anche:
Omicidio Vannini, si torna in aula: attesa la deposizione della fidanzata del giovane Ciontoli, adesso è una testimone
– Giustizia, la Cassazione: «Inviare foto hard via chat è violenza sessuale»
– Camorra, ucciso mentre accompagnava il nipotino a scuola: inflitti 7 ergastoli, pena più bassa per il boss pentito D’Amico
– De Luca e il caso ‘autisti’, verifiche della Corte dei Conti. L’avvocato: «Fornite tutte le spiegazioni, ci sono atti pubblici»
– Strage delle studentesse in Catalogna, ricorsi respinti: a processo l’autista del bus. Nell’incidente morirono 7 italiane
-Festini a base di cocaina, l’imprenditore di ‘Villa Inferno’ lascia il carcere su diposizione del gip

mercoledì, 9 Settembre 2020 - 09:22
© RIPRODUZIONE RISERVATA