De Luca vara la nuova giunta della Regione Campania: solo 3 donne, premio per Iv e i mastelliani. Sei riconferme, Casillo non c’è

Vincenzo De Luca, Governatore della Regione Campania

Sei riconferme, tre sole donne in giunta (su 10 componenti) e un assente eccellente. A una settimana dalla rielezione, Vincenzo De Luca disegna la nuova giunta che lo sosterrà nel prossimo quinquennio alla guida della Regione Campania. Fuori Mario Casillo, esponente del Pd e al tempo stesso il più votato non solo del suo partito ma in assoluto: De Luca avrebbe voluto affidargli una delega, ma Casillo ha preferito conservare la ‘casasacca’ da consigliere regionale, bruciando così le speranze del primo non eletto del Pd – in questo caso Enza Amato – di potere essere ripescata.

Riconfermati, invece, Fulvio Bonavitacola, che ottiene sia la delega all’Ambiente ma anche il vecchio ruolo di vicepresidente; Lucia Fortini, che continuerà a gestire il reparto Scuola e Politiche Sociali; Ettore Cinque al Bilancio; Antonio Marchiello alle Attività Produttive e Lavoro; Valeria Fascione (Ricerca e Internazionalizzazione); l’architetto Bruno Discepolo (Urbanistica).

Quanto alle donne, oltre a Lucia Fortini e a Valeria Fascione entra in Giunta anche Armida Filippelli (Formazione professionale). Trovano posto nell’esecutivo Nicola Caputo (Agricoltura); l’ex prefetto nonché ex capo di gabinetto del ministero dell’Interno Marco Minniti, Mario Morcone (Politiche della Sicurezza); Felice Casucci (Semplificazione amministrativa e Turismo).

Con le nomine De Luca ha tenuto conto anche dell’aiuto arrivato, in campagna elettorale, da Italia Viva e da Clemente Mastella: Caputo è infatti un renziano; Felice Casucci invece è stato anche consulente legale di Sandra Leonardo (moglie di Mastella) quando quest’ultima era presidente del Consiglio Regionale.

De Luca ha tenuto per sé la delega alla Sanità. La proclamazione degli eletti alle Regionali del 20 e 21 settembre scorso è prevista da parte della Corte d’Appello di Napoli nei prossimi giorni.

Leggi anche:
– Scuola, ‘stop and go’ a causa del Covid: casi positivi, lezioni sospese o classi isolate. L’analisi di Resta (Politecnico)
– Il marito le dà fuoco durante una lite, Mina muore dopo una settimana di agonia
– Avvocati, scure sul Cnf: il giudice conferma l’ineleggibilità di Mascherin e altri 8, disposte nuove elezioni
– Adescò online minorenni e le spinse a prostituirsi, condannato a 15 anni
– Stadi, il Cts boccia le Regioni: «Non esistono le condizioni per riaprire»
– Casa di riposo ‘lager’: anziani malnutriti e tra i rifiuti. Arrestate 2 persone
– Cuneo, travolge col Suv un gruppo di turisti: un morto e 4 feriti. Automobilista accusato di omicidio stradale
– Esame farsa a Suarez, Cantone ferma l’indagine: «Indignato per fuga di notizie». Gli avvocati della Juve 8 ore dai pm

lunedì, 28 Settembre 2020 - 14:08
© RIPRODUZIONE RISERVATA