De Laurentiis alla riunione di Lega con sintomi Covid, la procura di Milano apre un fascicolo dopo l’esposto del Codacons

Aurelio De Laurentiis presidente della società calcio Napoli Aurelio De Laurentiis (foto Kontrolab)

La procura di Milano ha aperto una indagine conoscitiva, ovvero senza titolo di reato ne’ indagati, in seguito all’esposto presentato dal Codacons in merito al caso del presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis, e alla sua presenza lo scorso 9 settembre all’assemblea di lega Calcio nonostante avesse malesseri riconducibili al Covid e, a dire dell’associazione consumatori, «senza mascherina» .

Il fascicolo a ‘modello 45’ è stato aperto dall’aggiunto Tiziana Siciliano per approfondimenti. Da quel che risulta De Laurentiis, al momento dell’assemblea, non aveva ancora ricevuto l’esito del tampone e dunque non sapeva con certezza di essere positivo pur avendo qualche sintomo. In questo caso il testo unico delle leggi sanitarie, non avendo lui rispettato l’auto-isolamento fiduciario, prevede un illecito amministrativo punibile con una multa fino a 400 euro. 

Leggi anche:
– Truffa da 4 milioni di euro, il noto architetto Citterio beffato dalla segretaria e da un dipendente di banca
– Eutanasia, la procura ricorre contro l’assoluzione di Cappato e Welby per il suicidio di Davide Trentini
– Appalti e camorra, la Cassazione cancella la condanna all’ex senatore Barbato. Definitive le pene per altri 3 imputati
– Napoli, agguato di camorra: ucciso 28enne vicino a un clan di Miano, tre anni fa sopravvisse a un altro raid
– Napoli, sequestrato ristorante di Posillipo con vista sul Golfo: in 7 accusati di bancarotta fraudolenta

giovedì, 1 Ottobre 2020 - 14:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA