Caso Gregoretti, il pm chiede ancora il «non luogo a procedere per Salvini». In piazza i contestatori del leader della Lega

Matteo Salvini leder della lega, durante la coferenza stampa a Villa Vittoria a Napoli (foto Kontrolab)

L’udienza più attesa per Matteo Salvini è in corso dinanzi al giudice dell’udienza preliminare Nunzio Sarpietro del Tribunale di Catania. Sul tavolo c’è l’accusa di sequestro di persona contestata per avere vietato lo sbarco – per diversi giorni – ai migranti salvati dalla nave Gregoretti, battente bandiera italiana. Il pm di Catania Andreas Bonomo ha proposto il proscioglimento di Salvini. 

Anche la difesa del leader del Carroccio, che è imputato in qualità di (ex) ministro dell’Interno, ha chiesto una sentenza di non luogo a procedere perché il fatto non sussiste; in subordine ha chiesto un approfondimento probatorio da parte del giudice al fine di accertare se le procedure di sbarco indicate nel capo di imputazione sono tutt’ora seguite dal governo Conte 2, anche procedendo all’audizione della ministra Luciana Lamorgese.

Poco prima di mezzogiorno il gup si è ritirato in camera di consiglio per decidere sulle richieste probatorie che sono state avanzate, riservandosi di dare nuovamente la parola alle parti dopo la sua decisione. 

A Catania, in piazza, si sta intanto consumando lo ‘scontro’ (a distanza) tra i contestatori di Salvini e i big della Lega che hanno organizzato una tre giorni in città per parlare sì di programmi ma soprattutto per fare quadrato attorno al loro leader in vista dell’udienza. I contestatori, guidati dal coordinamento mai con Salvini Sicilia, si sono dati appuntamento in piazza Trento: circa 500 le persone presenti. Non lontano c’è piazza Verga, dove insiste il Tribunale in cui si sta svolgendo l’udienza preliminare per il caso Gregoretti. Ad aprire il corteo è stato un furgone con uno striscione con la scritta “Abbiamo già la sentenza: Salvini merda!”. Contestualmente è in corso la ‘maratona’ dei leghisti per sostenere Salvini. Stamattina a Catania si sono recati nche Giorgia Meloni (di Fratelli d’Italia) e Antonio Tajani (di Forza Italia) per dare solidarietà all’alleato. 

Leggi anche:
– Avvocati, anche a Torre Annunziata tentativo di golpe nel Coa. Ma il presidente gela i ribelli: «Grigie ambizioni personali»
– «Recovery Fund per rilanciare Ricerca e Università»: la ricetta del ministro Manfredi
– Accusato di omicidio in Germania, si nascondeva a Forcella: 22enne arrestato. La vittima non aveva pagato la droga
– Covid, De Luca apre al wedding: verso la rimozione dell’obbligo dei 20 invitati ai matrimoni ma controlli più stringenti
– Giustizia svenduta a Trani, la Cassazione gela la procura: annullato il sequestro dei beni dell’ex gip imputato

sabato, 3 Ottobre 2020 - 12:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA