Maxi operazione tra Lazio, Campania e Abruzzo: 40 indagati per droga ed estorsione


Gli agenti della squadra Mobile della Questura di Frosinone insieme ai militari del comando provinciale della Guardia di Finanza di Frosinone, coordinati dalla Direzione distrettuale antimafia di Roma, stanno eseguendo numerose misure cautelari in diverse città del centro-sud Italia, nelle province di Frosinone, Napoli e L’Aquila, nei confronti di appartenenti a due diversi sodalizi criminali nel settore dello spaccio di stupefacenti e nella commissione di reati tributari, riciclaggio ed estorsione. Quaranta gli indagati.

Nel corso dell’operazione la Polizia di Stato sta eseguendo anche alcuni fermi di indiziato di delitto per i reati di traffico di stupefacenti ed estorsione, su disposizione della Procura di Cassino, riconducibili ad un’altra indagine. Sono in corso anche decine di perquisizioni, con l’ausilio di elicotteri e unità cinofile antidroga di Guardia di Finanza e Polizia di Stato, oltre che di equipaggi del “Reparto Prevenzione Crimine Campania” della Polizia. Le indagini hanno acceso i riflettori su un sofisticato sistema di spaccio di stupefacenti, organizzato da due associazioni per delinquere, una locale e una di origine campana radicata nella provincia di Frosinone e operante nel centro-sud.

Leggi anche:
– Droga per i detenuti di Poggioreale, 9 arresti: stupefacenti nascosti nei pacchi, giro gestito a telefono dalle celle
– La parabola politica dell’ex pm Antonio Ingroia: fallisce anche l’elezione a sindaco di Campobello di Mazara
– Norma ‘Willy’, arriva il sì del Consiglio dei Ministri: nel Dl Sicurezza ecco Daspo e multe per i violenti della Movida
– Sicurezza, colpo di spugna sul decreto Salvini: stop alle maxi multe per le Ong e nuovo sistema di accoglienza immigrati
– Ballottaggi, funziona il patto Pd-M5S: prove tecniche di alleanza per Napoli e Roma. I risultati del secondo turno

martedì, 6 Ottobre 2020 - 10:03
© RIPRODUZIONE RISERVATA