Bari, 25 euro per un voto alle amministrative del 2019: 50 indagati


La Procura di Bari ha chiuso le indagini su presunti episodi di corruzione elettorale risalenti alle amministrative baresi del 26 maggio 2019.

Nell’inchiesta dei carabinieri, coordinata dal pm Claudio Pinto, sono indagate 50 persone, un candidato alla carica di consigliere del Municipio 1 di Bari, Carlo De Giosa, eletto con la lista “Sud al Centro” della coalizione di centrosinistra, sua figlia Donata, entrambi in qualità di corruttori, e 48 elettori accusati di essersi lasciati corrompere. Stando agli accertamenti, sarebbero stati promessi e poi consegnati 25 euro per ogni voto in favore di De Giosa.

Leggi anche:
– Ischia, professore esce di casa e scompare: ritrovato senza vita
– Pomigliano, i banchi monoposto non ci sono ancora e i biposto sono al bando per i troppi casi di Covid: in classe solo sedie
– Detenzione e spaccio di stupefacenti: 15 arresti in provincia di Napoli
– Milano, si ribalta camionetta dell’Esercito: 33enne ricoverato in gravi condizioni
– Assunzioni in cambio di pratiche ‘veloci’ per la ristrutturazione di una Rsa: 5 arresti a Roma

martedì, 13 Ottobre 2020 - 16:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA