Varese, traffico internazionale di armi: quattro arresti. Sequestrato un arsenale


Quattro persone sono state arrestate dalla polizia di Varese con l’accusa di traffico internazionale di armi da guerra. Gli agenti, coordinati dalla direzione centrale della polizia di prevenzione-Ucidigos, tra appartamenti e cantine riferibili agli arrestati in Lombardia hanno sequestrato un arsenale da oltre 50 pezzi tra mitragliatori, fucili d’ assalto, carabine e pistole. Non solo, grazie alle indagini coordinate dalla procura di Busto Arsizio (Varese) sono stati sequestrati anche 14 manufatti esplosivi, granate, numerosi pezzi di armi, serbatoi per cartucce oltre a 10 mila munizioni di vario calibro.

«Parliamo – ha spiegato Eugenio Spina, capo della sezione antiterrorismo interno della polizia – di migliaia di armi vendute all’estero, di milioni di munizioni, armi da guerra come i micidiali candelotti sequestrati, che però escludiamo possano essere state dirette ad organizzazioni terroristiche interne o internazionali».

Leggi anche:
– Incinta al nono mese ma positiva al Covid-19, la clinica privata la ‘rifiuta’: lei chiama il 112 e partorisce in ospedale
– Giustizia, il presidente del Tribunale di Bologna boccia lo smart working al 50%: «Così chiudiamo, c’è già poco personale»
– Processo Olimpo, imprenditore vittima di estorsione indagato per favoreggiamento
– Caltanissetta, magistrato positivo al Covid. Quattro casi in Tribunale a Milano
– Coronavirus, la curva del contagio aumenta e il Governo studia nuove restrizioni. Conte allontana il lockdown
– Vico Equense, la frazione di Ticciano diventa ‘zona rossa’: stop alla mobilità e negozi chiusi
– Furto di dati alla British Airways, multa da 22 milioni di euro alla compagnia

sabato, 17 Ottobre 2020 - 15:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA