Napoli, accoltellato al cuore per il prestito di una postepay: preso l’aggressore

Carcere Poggioreale
Il carcere di Poggioreale

E’ una storia dal movente assurdo quella che lo scorso 12 ottobre è toccata a Salvatore Spagnuolo. Lui, 20 anni, è stato aggredito a Pianura e accoltellato più volte. Uno dei fendenti gli ha sfiorato il cuore e l’ha fatto finire in pericolo di vita, tanto che Salvatore si è ritrovato ricoverato nel reparto di Cardiochirurgia del Monaldi dopo giorni in terapia intensiva.

A distanza di una settimana dall’aggressione, la persona che gli è scagliato contro è stata arrestata. Le manette sono scattate per Michele Ortone, 20 anni e amico di Salvatore. Ortone è accusato di tentato omicidio e rapina. Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, grazie alla deposizione di Salvatore, la vittima aveva prestato ad Ortone la sua postpay. Ma a fronte della mancata restituzione della ‘scheda’, aveva chiesto un appuntamento allo scopo di sollecitare l’amico a rendergli la carta.

Solo che durante l’incontro Ortone ha colpito Spagnuolo ripetutamente. L’aggressore si trova ora detenuto nel carcere di Poggioreale, in attesa di comparire dinanzi al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli per affrontare l’udienza di convalida del fermo.

Leggi anche:
– Napoli, battesimi e comunioni nei ristoranti: 2 locali chiusi. A Nola panificio senza termoscanner | I controlli
– Il plenum del Csm manda in pensione Davigo. Da sciogliere il nodo sulla carica di consigliere togato del Csm
– L’Anci si ‘rinnova’: il sindaco di Ercolano Buonajuto (Iv) nominato vicepresidente nazionale, sarà il numero 2 di Decaro
– «In classe alle 9 e 10 studenti per aula»: l’ordinanza fake che agita i genitori della Campania smentita da De Luca
– Potere di ‘coprifuoco’ ai sindaci, Decaro e De Magistris: «E’ uno scaricabarile». E il Governo, forse, ci ripensa
– Cerimonie ‘fuorilegge’, chiusi tre ristoranti nel Vesuviano. Blitz dei carabinieri durante battesimi e comunioni

martedì, 20 Ottobre 2020 - 11:45
© RIPRODUZIONE RISERVATA