Davigo e la ‘guerra’ al Csm per restare in carica, si allungano i tempi della valutazione dinanzi al Tar

L'ex pm di Mani Pulite Piercamillo Davigo

L’udienza fissata per domani, mercoledì 4 novembre, non si terrà. Si allungano i tempi per la valutazione, da parte del Tar Lazio, del ricorso presentato da Piercamillo Davigo contro la decisione di Palazzo dei Marescialli di dichiararlo decaduto dalla carica di togato del Csm in conseguenza al suo pensionamento da magistrato.

Leggi anche / Davigo non vuole lasciare la carica al Csm e fa ricorso al Tar: «La questione riguarda la natura del consiglio»

Il rinvio non riguarda la sola causa Davigo ma tutte quelle fissate a ruolo per questa settimana, che, come prevede il decreto firmato dal presidente della prima sezione, slittano a quella successiva per permettere l’adeguamento dell’organizzazione alle nuove misure previste nel decreto Ristori sulle udienze da remoto per contenere il rischio Covid.

Leggi anche:
– Prestiti facili a disoccupati e clochard, truffa ai danni della Bper di Bellizzi: 9 arresti, c’è anche il direttore
– Whirlpool Napoli, nuova assemblea nella fabbrica ormai chiusa .Lavoratori in corteo verso la stazione Garibaldi
– Rocambolesca rapina in una banca di Milano: banditi entrati dai sotterranei, lievemente ferito il direttore di filiale
– Interventi al seno dirottati nella clinica privata, dirigente medico del ‘Pascale’ di Napoli indagato per concussione
– Covid, il nuovo Dpcm mette una toppa sui ritardi del Governo in tema di trasporti e scuola. No al lockdown per gli anziani
– Tutti insieme appassionatamente nonostante i divieti: nel Napoletano festa di battesimo interrotta dai carabinieri

martedì, 3 Novembre 2020 - 14:34
© RIPRODUZIONE RISERVATA