Denaro per togliere il malocchio e assicurare finte guarigioni, arrestati un ‘santone’ e la madre 70enne



Denaro per togliere il malocchio, paure delle conseguenze di una maledizione instillate in ingenui ‘clienti’ per estorcere loro somme anche cospicue. Si aggrava la posizione di Alessandro Ambu, 41 anni di Selargius, arrestato dagli agenti del Commissariato di Quartu lo scorso 10 ottobre per aver estorto 15mila euro a una donna di 60 anni. Nei suoi confronti è scattata una nuova misura cautelare agli arresti domiciliari e con lui ai domiciliari è finita la madre, una 70enne complice della prima estorsione e di altri due episodi accertati dopo l’arresto di ottobre.

Secondo gli inquirenti influenzavano le vittime dicendo che contro di loro era stato lanciato il malocchio, e poi avanzavano richieste di  denaro per eliminare il maleficio, utilizzando anche la statuetta di una Madonna che fingevano piangesse. «Portate con voi questi fazzoletti con le lacrime della Madonna, vi proteggeranno» raccontavano alle vittime.

I provvedimenti sono stati richiesti dal pm Andrea Massidda e firmati dal Gip del tribunale di Cagliari, Roberto Cau. Già nel corso delle indagini i poliziotti, coordinati dal dirigente Davide Carboni, avevano rilevato un possibile coinvolgimento della donna. Era stata lei a indicare alla 60enne, con la quale recitava il rosario, il presunto santone ed era stata sempre lei a convincere la donna a versare il denaro. Adesso per madre e figlio sono arrivate altre accuse.

I due infatti hanno preso di mira anche un 71enne. Lo hanno terrorizzato dicendo che rischiava di morire a causa di un maleficio e sono così riusciti a estorcergli 1.650 euro. Ma non solo. La donna per influenzare l’anziano, ma anche altre possibili vittime, ha esposto nella sua abitazione una statuetta della Madonna, dicendo loro che in piena notte lacrimava. Consegnava poi i fazzolettini imbevuti di lacrime – poi risultate acqua e sale – dicendo che sarebbero serviti come ‘scudo’ contro il malocchio. Inoltre quando invitava le vittime a casa per pregare si sentiva odore di fiori. Tutta una messinscena. Oltre al caso della 60enne e del 71enne, gli agenti hanno accertato un terzo episodio, non andato però a buon fine perché la vittima ha minacciato di denunciare il santone.

Leggi anche:
– Napoli, Comune nel caos. Salta il Consiglio sul bilancio ma De Magistris ha i numeri per evitare il commissariamento
– I rider di Just Eat diventeranno lavoratori dipendenti: ‘vittoria’ nel mese delle proteste per il nuovo contratto nazionale
– Pagati 4 euro l’ora per costruire yacht di lusso: 8 arresti. Lavoratori minacciati, se avevano il Covid niente stipendio
– Il paese che mette i vecchi ‘sotto chiave’: polemica in Irpinia per l’ordinanza che vieta pranzi e passeggiate agli over 70
– Decreto Ristori bis, 130 categorie avranno diritto al rimborso: nella lista entrano taxi, scuole di danza e lavanderie
– Regionali, nella Calabria travolta dal caso dei commissari alla Sanità sui generis slitta anche la data delle elezioni
– Coronavirus, la ‘sentenza’ dell’Iss: l’unica via è stare a casa. In Italia rischio di «pandemia incontrollata e ingestibile»
– Detenuto malato di tumore non curato per tempo e con adeguata ‘terapia del dolore’, medico condannato
– Scuola, babele di ordinanze e pronunce al Tar. E Lega e Italia Viva finiscono col trovarsi d’accordo
– Coronavirus, nodo Campania e tensione istituzionale. Il ministero indaga sui dati, giallo sull’inchiesta (conoscitiva) dei pm
– Covid, i nuovi dati sulla diffusione del virus: 5 regioni saltano in zona arancione, una in rossa. Campania ‘sospesa’

martedì, 10 Novembre 2020 - 11:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA