Vaccino Covid, Arcuri: «Somministrazione su larga scala nel 2021». E spunta l’ipotesi del ‘patentino’

Domenico Arcuri

«Stiamo lavorando alacremente al piano di distribuzione, conservazione e somministrazione dei vaccini anti Covid». Lo ha detto il commissario straordinario per l’emergenza Covid-19, Domenico Arcuri, nel corso di una conferenza stampa convocata per fare il punto sulle attività di contenimento e contrasto all’epidemia. «Si tratterà della più grande campagna di somministrazione di vaccini mai vista».

Leggi anche / Covid, Bertolaso: «La seconda ondata era da prevedere, qualcuno ha sbagliato. Ce ne sarà una terza. Figuracce da Arcuri»

«Penso – ha continuato Arcuri – che la quantità di vaccini che arriveranno nel nostro paese sarà una quantità crescente. Io penso che entro qualche mese potremo arrivare nel corso del 2021 alla cosiddetta somministrazione su larga scala. Sulla base delle previsioni, non ancora validate, una parte importante della popolazione potrà essere vaccinata nel primo semestre del prossimo anno o entro il terzo trimestre del prossimo anno. Bisognerà vedere se i processi autorizzativi andranno tutti in porto e se tutti gli italiani vorranno farsi il vaccino».

Dal punto di vista operativo Arcuri ha annunciato che si sta progettando «una piattaforma informatica che consentirà di gestire il processo di somministrazione, la verifica della somministrazione per sapere come si chiamano le persone che hanno fatto il vaccino e dove lo hanno fatto, per seguire la tracciabilità di questi beni sul territorio». E in risposta a chi gli chiedeva se si pensa a un certificato speciale o patentino per i vaccinati, ha aggiunto: «Sarà possibile e sarà il ministero della Salute a stabilire concretamente come».

eggi anche:
– Trasporti, Eav cancella le corse della fascia 11-15,30: «Pochi viaggi e ricavi». I sindacati: «Ormai è un taxi a chiamata»
– Fuga da Forza Italia, 3 deputati passano alla Lega. Dietro la crisi del centrodestra c’è la norma pro-Mediaset del Governo
– Negozi aperti fino a tardi, coprifuoco soft, tornano bar e ristoranti: col nuovo Dpcm il Governo prova a salvare il Natale
– Covid, l’algoritmo non cambia fino a dicembre ma il Governo apre alle Regioni. Attese nuove decisioni sulle zone rosse
– Dalla signora benestante ai parenti dei camorristi: nel Napoletano la Finanza stana 700 ‘furbetti’ del bonus spesa Covid
– Camorra, condannati i boss dell’area est di Napoli che si spartivano le estorsioni in via Marina. Pugno duro per i Montescuro

venerdì, 20 Novembre 2020 - 11:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA