Corruzione, al via l’udienza preliminare al pm radiato Palamara: in aula anche il procuratore Cantone

Luca Palamara
Il pm romano Luca Palamara al centro dello scandalo sulle toghe

Indagato, intercettato, espulso dalla magistratura e adesso imputato. Luca Palamara, l’ex pm al centro dello scandalo sull’ingerenza nelle nomine dei capi di alcuni uffici giudiziari, affronta questa mattina l’apertura dell’udienza preliminare per il reato di corruzione, accusa che è stata all’origine dello scandalo che ha travolto le toghe, il Csm e che al pm è costata la carriera in magistratura. 

Davanti al giudice Perugia Piercarlo Frabotta ha preso il via l’udienza che vede Palamara imputato insieme all’amica Adele Attisani, all’imprenditore Fabrizio Centofanti e il titolare di un’agenzia di viaggi, Giancarlo Manfredonia. Il fatto storico per il quale la procura ha chiesto il rinvio a giudizio degli imputati ruota intorno a una storia di (presunti) favori e regali che Palamara avrebbe ricevuto dall’imprenditore Centofanti per venire meno alle sue funzioni.

Palamara, Attisani e Centofanti rispondono di corruzione, mentre Manfredonia risponde di favoreggiamento. In aula, oltre ai pm titolari dell’inchiesta, Gemma Miliani e Mario Formisano, è presente anche il procuratore capo Raffaele Cantone. (Seguiranno aggiornamenti)

Leggi anche:
– Calabria, veti incrociati sulla nomina del commissario: no del M5S a Mostarda. L’ex prefetto di Reggio pronto ad accettare
– Scuola, Benevento si allinea all’ordinanza di De Luca. Mastella: «Chi resta a casa per paura non va messo tra assenti»
– Torna il bonus spesa Covid: fino a 500 euro a famiglia per acquistare generi alimentari. Ecco quanto spetta ai Comuni campani
– La triste conta delle donne uccise non si ferma il 25 novembre: due omicidi nella Giornata contro la violenza di genere
– Inferno in quarantena: durante il lockdown sono aumentate le violenze sulle donne. I numeri di un’emergenza da Codice rosso

mercoledì, 25 Novembre 2020 - 11:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA