Il premier Conte indagato per la scorta che ‘aiutò’ la compagna di sfilarsi da ‘Le Iene’

giuseppe conte
Il premier Giuseppe Conte (foto Kontrolab)

Per ora il premier Giuseppe Conte sceglie di non commentare. La procura della Repubblica di Roma lo ha indagato in relazione a quanto accaduto lo scorso 26 ottobre, quando la sua compagna, Olivia Paladino, si dileguò con l’aiuto di alcuni agenti della scorta di Conte dall’«inseguimento» di un giornalista de Le Iene. L’ipotesi di reato per ora formulata contro il premier è quella di peculato. Il fascicolo è stato poi inviato al Tribunale dei Ministri.

Ricevuti gli atti, il tribunale dei Ministri entro novanta giorni, compiute indagini preliminari e sentito il pm, può decidere l’archiviazione – nel qual caso il decreto non è impugnabile – oppure la trasmissione degli atti con una relazione motivata al procuratore della Repubblica, affinché chieda l’autorizzazione a procedere. 

L’inchiesta è un passaggio obbligato dopo la presentazione di un esposto da parte di Roberta esponente di Fratelli d’Italia ed ex parlamentare europeo. Il Viminale aveva già precisato, attraverso una nota, che gli uomini erano in servizio «di osservazione e controllo al di sotto dell’abitazione della compagna del premier» in quanto lo stesso Conte era in casa e stava per uscire e lasciare l’abitazione.

lunedì, 30 Novembre 2020 - 16:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA