«Un anno bianco fiscale per i lavoratori autonomi»: l’insolita convergenza tra Silvio Berlusconi e Luigi Di Maio


Quando si profilata la possibilità che Forza Italia potesse entrare nella maggioranza, Di Maio ha rispolverato l’anti-berlusconismo del Movimento ponendo alte barricate. E questo a dispetto dei ‘corteggiamenti’ sui quotidiani da parte dell’economista azzurro Renato Brunetta, che dalle colonne del Foglie si è spinto a definire l’ex capo politico pentastellato uno ‘statista’. Ora però si registra una insolita convergenza sui partiti, con il ministro degli esteri pronto a raccogliere l’idea dell’ex premier su un tema caro ad autonomi e partite Iva.

Silvio Berlusconi dalle colonne del Corriere della Sera da una parte e Di Maio questa mattina sulle pagine dei suoi social infatti invocano entrambi un ‘anno bianco fiscale’ per la categoria di professionisti e lavoratori che peggio sta vivendo la pandemia a causa del crollo dei fatturati.

A lanciare la proposta è stato il Cavaliere con una lettera aperta pubblicata sul quotidiano di via Solferino questa mattina: «La nostra battaglia per il lavoro autonomo – ha scritto tra le altre cose il Cav, che nelle scorse settimane è riuscito a compattare il centrodestra sul voto a favore dello scostamento di Bilancio – continuerà in occasione della legge di Bilancio che comunque non potremo votare, perché sarebbe un atto di fiducia politica al Governo. Tuttavia Forza Italia sta lavorando per ottenere alcune modifiche, anche questa volta, a tutela delle categorie e degli ambiti meno garantiti».

«Abbiamo individuato due settori – spiega Berlusconi –  il primo è ancora una volta quello del lavoro autonomo. L’altro sono i giovani. Per i professionisti e il lavoro autonomo, la nostra richiesta è di almeno 2-2,5 miliardi tra legge di Bilancio e il prossimo scostamento. Il nostro obiettivo è arrivare a una sorta di anno bianco fiscale».

Poche ore dopo, arriva l’endorsement di Di Maio alla proposta di Berlusconi: «Il 2021 anno bianco per gli autonomi che hanno un reddito fino a 50mila euro l’anno e che hanno registrato un calo del 33% del proprio fatturato durante il lockdown – scrive Di Maio sui social – È una misura fondamentale a cui stiamo lavorando anche grazie a una seria collaborazione istituzionale con le opposizioni, seguendo il solco tracciato dal presidente Sergio Mattarella. Per tutto il 2021 dovrà essere lo Stato a farsi carico dei contributi che dovranno versare autonomi e partite iva (fino a 50mila l’anno). Stiamo lavorando per trovare convergenza su questo provvedimento, attraverso un dialogo responsabile e a una intesa con tutte le forze politiche in Parlamento. Davanti a una crisi non esistono bandiere politiche, ma servono solamente fatti concreti per aiutare chi si trova in difficoltà e, in particolare, le categorie più colpite, come appunto le partite iva, gli artigiani, i commercianti e gli autonomi».

Leggi anche:
– Qualità della vita, il Coronavirus declassa la vivibilità in Lombardia. Malissimo le città di De Magistris e De Luca
– «Giro di mazzette in carcere gestito da ex agente penitenziario»: fino a 3mila euro per rilasciare un permesso premio
– Utenti di Google colpiti da ‘pandemia’ di disservizi: browser, posta elettronica e videochat in tilt in tutto il mondo
– Esami avvocato, praticanti in piazza da Napoli a Milano: la simbolica consegna di un Codice al ministro Alfonso Bonafede
– La mafia trasformata in brand: dopo la pizzeria tedesca, il caso dell’azienda che usa Cosa nostra come marchio sportivo
– Natale col Covid, Italia verso la zona rossa o arancione nei giorni festivi. Conte in riunione con il Comitato tecnico scientifico
– Esame farsa a Luis Suarez, si dimette la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia: «Sempre operato con onestà»
– La Guardia di Finanza ‘rovina’ le feste ai falsari: sequestrati fiumi di champagne ‘pezzotto’ in una fabbrica del Napoletano
– Corruzione, 7 arresti nel carcere di Busto Arsizio: mazzette in cambio di permessi premio e di lavoro all’esterno dell’istituto

lunedì, 14 Dicembre 2020 - 16:00
© RIPRODUZIONE RISERVATA