Processo ‘Olimpo’, ancora un nulla di fatto: l’imprenditore Greco assente per motivi di salute, salta il suo esame

L'imprenditore stabiese Adolfo Greco

Un altro rinvio – questa mattina – per il processo ‘Olimpo’, incardinato al tribunale di Torre Annunziata. A determinarlo le condizioni di salute dell’imprenditore Adolfo Greco, imputato con l’accusa di estorsione (una tentata e l’altra consumata) aggravata dalla matrice camorristica per avere agevolato la camorra. Greco, è il convincimento della procura, sarebbe stato il trait d’union tra le vittime del ‘pizzo’ e la camorra di Castellammare di Stabia.

Già l’udienza dell’11 dicembre scorso è stata rinviata per legittimo impedimento dell’imputato, confermato stamattina dalla certificazione medica dell’Asl che ha accertato l’impossibilità del principale accusato di presenziare all’udienza.

Coimputati dell’imprenditore sono Luigi Di Martino alias ‘o profeta, Michele e Raffaele Carolei, Attilio Di Somma e Umberto Cuomo. Toccherà dunque attendere gennaio per l’esame di Adolfo Greco che, già a luglio scorso, ha dichiarato di volere prendere la parola davanti ai giudici.

Leggi anche:
– Sfregiata con l’acido, condanna definitiva per l’ex fidanzato di Gessica Notaro
– La criminalità organizzata azzanna Calabria e Campania: Crotone, Vibo e Napoli le più esposte agli appetiti dei clan
– Mafia, retata contro i fiancheggiatori di Messina Denaro: 13 arresti. Sindaco indagato per corruzione elettorale
– Aste giudiziarie pilotate dalla camorra, colpo al Nuovo clan Partenio: sequestrati beni per un milione di euro a Srl
– Napoli, agente ucciso durante un inseguimento: la moglie entra in Polizia. Il Comune rimedia alla sua dimenticanza

martedì, 15 Dicembre 2020 - 15:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA