Uccide i figli e poi si toglie la vita, i due ragazzini hanno provato a fuggire: l’orrore in un paese del Padovano

carabinieri

Trebaselghe, a nord est di Padova, è un paese sotto choc. Ieri Alessandro Pontin, 49 anni, ha ucciso i suoi figli Francesca (di 15 anni) e Petro (di 13 anni) e poi si è tolto la vita. Una tragedia familiare che si tinge di orrore: i due ragazzini, in base alle prime ricostruzioni degli investigatori, avrebbero tentato di scappare e probabilmente hanno cercato di spingere il padre a fermarsi, ma Alessandro ha impugnato il costellato e ha lasciato andare la sua ferocia, infierendo sui propri bimbi e colpendoli alla gola. Poi Pontin, originario di Noale (in provincia di Venezia), ha afferrato ancora il coltello, e con la stessa arma si è pugnalato mortalmente alla carotide.

A scoprire la tragedia è stato nella mattinata di ieri un fratello di Alessandro. L’uomo si è recato nell’abitazione, ha aperto la porta e si è  trovato di fronte i tre cadaveri. Sotto shock ha chiamato i carabinieri, e di li’ a poco la vicenda è venuta a galla in tutta la sua efferatezza. L’autopsia sui corpi, già disposta dalla procura, farà chiarezza sull’orario della morte. I carabinieri del Nucleo investigativo, coordinata dal pm Sergio Dini, stanno cercando di delineare un possibile movente, che in queste prime fasi non emerge ancora.

La chiave, tuttavia, potrebbe annidarsi nel privato di Pontin. L’uomo era divorziato da tempo dalla moglie, e madre delle due giovani vittime, che vive in un’altra casa, poco lontano. I due bambini erano andati a casa del padre per trascorrere con lui qualche giorno.

Pontin, falegname, con la passione per la filosofia olistica e i massaggi orientali, aveva una nuova compagna. Chi lo conosce dice che stava attraversando un periodo positivo dopo la dolorosa separazione. Nelle prossime ore gli investigatori ascolteranno tutte le persone legate a Pontin. 

Leggi anche:
– Campania, quelle ordinanze come scatole cinesi: Capri e Anacapri si ribellano al diktat di De Luca e restano ‘gialle’
– Ginecologo campano ucciso a Milano, sfuma l’ipotesi della rapina finita male. Per gli inquirenti conosceva i suoi assassini
– Giro di usura, dipendente del Ministero di Giustizia avvisò delle indagini: 11 arresti. Raid contro un giudice di pace
– Mutazione del Covid-19, l’Europa isola la Gran Bretagna: stop ai collegamenti. Segnalato il primo caso in Italia
– Manovra 2021 al rush finale: nel marasma di misure, bonus ed emendamenti spunta la cassa integrazione per le partite Iva

lunedì, 21 Dicembre 2020 - 10:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA