Vendite fallimentari pilotate, 6 arresti. C’è anche un giudice del Tribunale di Brindisi

Tribunale aula

Terremoto giudiziario nella sezione fallimentare del Tribunale di Brindisi. Questa mattina, su ordinanza del giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Potenza, la Guardia di Finanza ha eseguito sei arresti. Tra i coinvolti c’è un giudice fallimentare, indagato insieme ad avvocati, imprenditori e altri professionisti; l’accusa è di associazione per delinquere finalizzata alla corruzione in atti giudiziari.

L’inchiesta, iniziata nel 2017,  ha scavato nel mondo delle vendite fallimentari intercettando presunti casi di favoritismo nelle aste. Stando a quanto emerso, le indagini partirono dalla richiesta di concordato preventivo da parte di una società del circondario di Brindisi. Dopo una prima fase di indagini, coordinata dal sostituto procuratore di Brindisi Raffaele Casto, si è avuto il trasferimento a Potenza perché nell’inchiesta erano coinvolti magistrati.

Il giudice arrestato è Gianmarco Galiano, mentre altri due magistrati sono iscritti nel registro degli indagati. In carcere anche Massimo Bianco e Francesco Pepe Milizia; agli arresti domiciliari Federica Spina, Francesco Bianca e Annalisa Formosi.

giovedì, 28 Gennaio 2021 - 11:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA