Smog, sorpresa Avellino: è il capoluogo campano più inquinato, settimo in Italia

Qualità dell'aria
Napoli ha superato i limiti di legge, per le polveri sottili Pm10, per 55 giorni nel 2020 (foto Kontrolab)

E’ Avellino il capoluogo campano ‘maglia nera’ nella classifica delle città più colpite dall’inquinamento dell’aria. Un’emergenza ambientale che non è cessata nemmeno con il lockdown, come si legge dal report ‘Mal’aria’ che ogni anno Legambiente produce sulla base delle analisi dei livelli di polveri sottili.

Per quanto riguarda la Campania, sono 3 i capoluoghi che hanno sforato con almeno una centralina il limite di polveri sottili, cioè per 35 volte hanno superato la media giornaliera di 50 microgrammi al metro cubo. Ad Avellino spetta appunto la maglia nera con 78 giorni di sforamenti registrati nella centralina Scuola Alighieri. Un record negativo per il capoluogo avellinese che si classifica al settimo posto in Italia e prima nel centro sud. A seguire Napoli con 55 giorni di superamento dei limiti presso la centralina di Via Argine, e Benevento con 41 giorni di sforamento presso la centralina situata presso Campo Sportivo 18.

Ancora peggio la situazione nel confronto con i parametri dettati dall’Organizzazione mondiale della Sanità, di gran lunga più stringenti rispetto a quelli della legislazione europea, e che hanno come target esclusivamente la salute delle persone. Nel 2020 tutti i cinque capoluoghi campani hanno fatto registrare una media annuale superiore ai 20 microgrammi/metrocubo (µg/mc) di polveri sottili rispetto a quanto indicato dall’Oms. A guidare la classifica è sempre Avellino con 31 microgrammi/mc come media annuale di tutte le centraline urbane del capoluogo, seguita da Napoli (28µg/mc), Benevento (27 µg/mc), Caserta ( 26 µg/mc) e Salerno (26 µg/mc).

Leggi anche:
– Insultati e minacciati da chi doveva accudirli, l’inferno degli anziani di una Rsa: arrestati 6 operatori sociosanitari
– Campania, i liceali tornano a scuola: De Luca raccomanda un tetto alle presenze in aula ma i presidi ‘ignorano’ il diktat
– Il caso dell’imputato che rischia la condanna all’ergastolo ‘da remoto’: chiede di partecipare all’udienza, no del giudice
– Sì del Csm alla candidatura di Catello Maresca alle Comunali di Napoli: «Ha pieno diritto». Ma è scontro tra fazioni
– Uccide moglie e figlio di 5 anni al culmine di una lite e si lancia dal balcone: 39enne arrestato nel Torinese
– Strage della Solfatara, una condanna e 5 assoluzioni per la morte dei turisti. Il Tribunale dispone la confisca del sito
– Renzi rottama Conte: no al nuovo incarico. Pd e M5s all’angolo giocano la carta del mandato esplorativo a Roberto Fico

venerdì, 29 Gennaio 2021 - 13:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA