Casalesi infiltrati nel business dei supermercati, scarcerati dal Tribunale del Riesame i 3 nipoti del boss Zagaria

Zagaria
Il boss Michele Zagaria

Arrestati dai carabinieri del Ros, i tre nipoti del boss dei Casalesi Michele Zagaria sono tornati in libertà. I tre imprenditori erano stati arrestati nell’ambito di un’inchiesta della Direzione distrettuale antimafia di Napoli per presunte infiltrazioni del clan nella distribuzione alimentare. Secondo l’accusa avrebbero controllato di fatto catene di supermercati tra le province di Napoli e Caserta ma il Tribunale del Riesame partenopeo ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare.

Il provvedimento riguarda Filippo Capaldo, figlio di Beatrice Zagaria, sorella di Michele, ritenuto dagli inquirenti il successore designato dal capo. Con Capaldo, tornano liberi anche i fratelli Nicola e Mario Francesco, che secondo l’accusa  gestivano, attraverso prestanomi, numerose società di produzione di beni alimentari che fornivano ai supermercati gestiti dal fratello Filippo. Quest’ultimo sarebbe per gli investigatori  un socio occulto dell’imprenditore della grande distribuzione Paolo Siciliano, titolare di catene di supermercati come Pellicano, presente con numerosi punti vendita. La posizione di Siciliano, anch’egli arrestato, verrà discussa al Riesame in questi giorni. Con i fratelli Capaldo sono tornati liberi, su decisione del Riesame, anche le “contabili” di Capaldo, ovvero Michela Di Nuzzo e la madre Viola Ianniello, e il marito della prima, Giovanni Merola, cui sarebbe stato intestato un conto-corrente su cui finivano i soldi di Capaldo provenienti dalla partecipazione al business dei supermercati. 

Leggi anche:
– Valanga in Alta Valle di Susa, perde la vita la stella dell’alpinismo Cala Cimenti. Morto anche il compagno di escursione
– Patentino per il web, il 55% dei ragazzi è d’accordo. E il lockdown spinge i minori a vivere online, così aumentano i reati
– Il Covid non ferma i contrabbandieri: arrestato un 62enne. Napoli e provincia snodo dello smercio illegale di sigarette
– Obbligo del casco sul monopattino, il Tar lega le mani ai sindaci. A Genova giovane mamma muore travolta da un camion
– Le giravolte della crisi di Governo tra un Salvini neo- europeista e i grillini abbracciati a Rousseau per non morire
– Scuola, De Luca pronto alla chiusura ma deve ‘aggirare’ il Tar. Ecco i sindaci campani che hanno già ordinato lo stop
– ‘Ndrangheta in Lombardia: 10 misure cautelari. Maxi operazione anti-crimine della polizia: 160 arresti in tutta Italia

martedì, 9 Febbraio 2021 - 11:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA