Il Covid non ferma i contrabbandieri: arrestato un 62enne. Napoli e provincia snodo dello smercio illegale di sigarette


Il Comando provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha arrestato un 62enne di Napoli residente a Trentola Ducenta (Caserta), già conosciuto per precedenti episodi di contrabbando, ricettazione, truffa e reati economico-finanziari, e sequestrato 440 chilogrammi di sigarette di contrabbando.

L’operazione è stata condotta dai Baschi verdi del Gruppo Pronto Impiego che, durante la costante attività di controllo economico del territorio, hanno notato all’altezza dell’uscita Torre Annunziata nord dell’autostrada A3, un furgone avanzare ad alta velocità. Grazie al tempestivo intervento della pattuglia e alla conseguente ispezione del veicolo commerciale è stato scoperto, nel vano, sistemato in diversi teli di plastica di colore nero, il carico di “bionde” di contrabbando.

La Provincia partenopea si conferma importante “hub“ di transito delle sigarette verso altre città d’Italia e zona di consumo particolarmente radicato. Nel corso del 2020, infatti, il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli ha effettuato 937 interventi, sequestrato quasi 32 tonnellate di tabacchi, 38 mezzi di trasporto, denunciato 774 soggetti, di cui 84 tratti in arresto; numeri che denotano un trend stabile rispetto al 2019 e che inducono a ritenere che il mercato illegale dei prodotti da fumo, nonostante la pandemia, non abbia subito sostanziali contrazioni.

Leggi anche:
– Obbligo del casco sul monopattino, il Tar lega le mani ai sindaci. A Genova giovane mamma muore travolta da un camion
– Le giravolte della crisi di Governo tra un Salvini neo- europeista e i grillini abbracciati a Rousseau per non morire
– Scuola, De Luca pronto alla chiusura ma deve ‘aggirare’ il Tar. Ecco i sindaci campani che hanno già ordinato lo stop
– ‘Ndrangheta in Lombardia: 10 misure cautelari. Maxi operazione anti-crimine della polizia: 160 arresti in tutta Italia

martedì, 9 Febbraio 2021 - 09:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA