Palestre e piscine chiuse da ottobre, c’è uno spiraglio per la riapertura. Il Comitato tecnico scientifico indica una data

palestra

Da mesi le loro saracinesche sono abbassate, le sale attrezzi desolatamente chiuse e gli incassi azzerati. I gestori di palestre e piscine, chiuse dalla fine di ottobre in ossequio ai Dpcm anti-contagio emanati dal Governo Conte, convivono con le difficoltà di una situazione che danneggia le loro attività e con la speranza che il prossimo esecutivo possa, allo scadere della validità dell’ultimo decreto, decidere per la riapertura. Sarebbe una boccata di ossigeno per un settore in ginocchio e una novità attesa dai fruitori, privati da mesi della possibilità di fare sport al chiuso.

La speranza arriva ora dal Comitato tecnico scientifico, che affianca il Governo nelle scelte sulle strategie anti-Covid. Secondo quanto emerso, ma la notizia deve essere confermata nella sua ufficialità, la data di ripartura potrebbe essere il 5 marzo, giorno in cui scade l’ultimo Dpcm. La data è venuta fuori dall’ultima riunione del Cts e rappresenta una potenziale svolta economica positiva per il settore.

Palestre e piscine avevano ripreso le loro attività la scorsa estate, quando la curva dei contagi era in netto calo e potevano riprendere normalmente quelle attività che implicano contatti troppo ravvicinati; una riapertura subordinata al rispetto di rigidi protocolli di sicurezza. Nonostante il basso numero di contagi registrati nei mesi di riapertura, con il ravvivarsi del contagio in autunno il Cts ha suggerito che proprio questi luoghi di sport fossero chiusi. Non sono mancate le manifestazioni di protesta dei gestori: solo dieci giorni fa una manifestazione di rappresentanti del mondo del fitness e dello sport amatoriale ha cercato in Campania di accendere in riflettori sulla situazione complicatissima che stanno vivendo. Una situazione rispetto alla quale gli allenamenti con personal trainer online sono stati un debole cuscinetto economico. Ora la notizia, attesa, della possibile riapertura dal 5 marzo.

Leggi anche:
– Irruzione nel ristorante aperto a pranzo, rapinatori bloccati da clienti. Bandito spara colpo di pistola in aria, arrestato
– Coronavirus in Campania, il vaccino potrà essere somministrato in farmacia. Accordo siglato in Regione
– Fiumi di cocaina purissima dal Sud America per la ‘ndrangheta: sequestro da 260 milioni di euro nel porto di Gioia Tauro
– Scuola, De Luca passa la palla a sindaci e prefetti: «Troppi contagi, tornare a Dad». No all’ordinanza per evitare il Tar
– Crisi, Grillo ‘salva’ Draghi e blocca il voto su Rousseau: la mossa dell’ex comico spacca un Movimento già nel caos

mercoledì, 10 Febbraio 2021 - 10:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA