Centrodestra, Meloni prova a tenere unito il polo: «Creare gruppo interparlamentare come la sinistra»

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, ‘chiama’ gli alleati di Forza Italia e la Lega oggi parte del Governo Draghi. Il partito di Meloni è rimasto fuori dall’esecutivo, netto il no alla fiducia a Draghi che sarà confermato nel voto di fiducia (oggi al Senato, domani alla Camera), mentre l’alleanza di centrodestra si è sbriciolata per l’adesione dei Berlusconi e Salvini all’esecutivo di unità nazionale chiesto dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella e varato dall’ex presidente della Bce.

Prendendo spunto dalla mossa a sorpresa del centrosinistra, che ieri ha annunciato la creazione di un gruppo interparlamentare misto al Senato, formato da Partito democratico, Movimento Cinque Stelle e Leu, la leader di Fratelli d’Italia ha chiesto agli alleati un’azione parallela.

«Se Pd, M5S e Leu – ha dichiarato – hanno formato un intergruppo parlamentare per coordinare la loro attività nella maggioranza a sostegno di Draghi, evidentemente contro gli altri partiti che sostengono il Governo, allora penso che anche il centrodestra debba dotarsi di un suo intergruppo per portare avanti il programma elettorale comune». Un tentativo per evitare il totale sbriciolarsi dell’alleanza di centrodestra, visti i diversi posizionamenti attuali, una misura «utile – ha aggiunto Meloni –  nonostante il diverso posizionamento attuale dei partiti della coalizione. Formulerò questa proposta a Salvini e Berlusconi e mi auguro possa essere accolta». 

Rispetto alla fiducia a Draghi, come detto Fdi è contraria e farà, parola della leader, «opposizione patriottica».

mercoledì, 17 Febbraio 2021 - 11:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA