Elezioni, sì al rinvio a ottobre. Ok di Viminale e partiti, fuori dal coro Fratelli d’Italia: «In Italia vietato votare»

elezioni regionali

Entro il prossimo lunedì il Governo varerà il decreto con cui disporrà ufficialmente lo slittamento delle elezioni. Niente consultazioni di tarda primavera, tutte le altre votazioni – comprese le Regionali calabresi che erano già slittate dal 14 febbraio all’11 aprile –  si terranno in autunno. ‘Colpa’ delle varianti Covid, la cui avanzata viene contrastata dall’esecutivo Draghi con l’unica arma della prudenza. In ogni settore e in ogni evento. Non si può affrontare una giornata elettorale che coinvolga milioni di cittadini se l’epidemia non si arresta e si accompagna all’incognita delle varianti. Del resto questo 2021 vede al rinnovo dei Consigli comunali anche metropoli come Roma, Milano e Napoli: lo slittamento era ormai scontato.

Molti Comuni sarebbero dovuti andare alle urne tra il 15 aprile e il 15 giugno, stando alle disposizioni che saranno varate a breve il nuovo turno elettorale dovrebbe saltare anche la casella di settembre: si dovrebbe votare il 10 e 11 ottobre. In alternativa, le date del 3 e 4 ottobre e del 26 e 27 settembre. In pratica, se le cose non cambieranno in meglio e se non si darà uno sprint alla campagna vaccinale, in autunno ci ritroveremo a fare i discorsi fatti nel 2020 in occasioni delle votazioni a ridosso dell’apertura dell’anno scolastico. Si vedrà. Nel frattempo, si mettono in stand by candidature e campagne elettorali.

I Comuni al voto sono 1293, per un totale di 20 milioni di elettori coinvolti. Come detto, ci sono anche grandi città come Roma, Napoli e Milano ma anche Torino, Bologna, Trieste e, in Campania, anche Salerno, Caserta e Benevento. Rinviate anche le elezioni suppletive per un seggio maggioritario alla Camera nella circoscrizione di Siena, per le dimissioni del Pd Pier Carlo Padoan, entrato nel Cda di Unicredit.

Sul rinvio delle elezioni ha espresso le proprie perplessità solo Fratelli d’Italia, tra i partiti. Fabio Rampelli commenta: «Si vota in tutta Europa, non si capisce perché da noi sia vietato».

Leggi anche:
– Busta con proiettili a Matteo Renzi: plico inviato durante la crisi di Governo e intercettato in un centro di smistamento
– Covid, ai guariti non serve la doppia somministrazione del vaccino: via libera del Ministero della Salute all’unica dose
– Nola, rocambolesco inseguimento dopo fallita rapina in banca sulla 7bis. Polizia e Finanza arrestano 4 banditi | Nomi
– L’affare delle mascherine fake, indagato anche ex ministro. Arcuri respinge i sospetti: «Nessuna promessa o incarico»

giovedì, 4 Marzo 2021 - 09:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA