Frattura la mascella di un coetaneo per un debito di 20 euro, arrestato un 20enne di Sant’Antimo

aggressione-pugno-2

Una violenta aggressione scaturita da un debito. Un debito di appena venti euro. Sarebbe questo il movente dietro l’aggressione ai danni di un 22enne di Sant’Antimo, messa in atto da un coetaneo poi arrestato dai carabinieri in coordinamento con la Procura di Napoli e in forza dell’ordinanza di custodia cautelare del gip. Franco Maggio è stato arrestato dai militari dell’Arma per l’episodio risalente allo scorso 23 agosto.

Quel giorno il 22enne insieme a un’altra persona in via di identificazione – dopo un litigio con un coetaneo avvenuto davanti a un noto bar di Sant’Antimo – lo aveva aggredito con calci e pugni. Gli aveva provocato la frattura della mascella giudicata guaribile in più di 40 giorni. Il motivo dell’aggressione da parte di Maggio sarebbe riconducibile a un debito di 20 euro per l’acquisto di sostanza stupefacente.

Le indagini dei carabinieri, svolte anche grazie alla visione delle immagini di videosorveglianza ed alla escussione di testimoni, hanno permesso di raccogliere plurimi elementi indiziari che sono stati avvalorati dal gip che ha emesso il provvedimento. L’arrestato è stato tradotto al carcere di Poggioreale.

lunedì, 15 Marzo 2021 - 10:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA