Muore 2 settimane dopo il vaccino, era positivo al Covid: la denuncia dei familiari di un operatore scolastico di Napoli

Ospedale Cardarelli
L'ospedale Antonio Cardarelli di Napoli (foto Kontrolab)

Muore 22 giorni dopo avere ricevuto il vaccino AstraZeneca. I familiari di Ciro Castellano, operatore scolastico 62enne in servizio presso il Liceo Artistico Santi Apostoli di Napoli, hanno presentato una denuncia affinché si faccia chiarezza sul suo decesso. L’uomo era stato vaccinato il 26 febbraio scorso, in quanto appartenente ad una delle categorie (quella del personale in forza alla scuola) che hanno avuto una corsia preferenziale per le vaccinazioni. Subito dopo la somministrazione avrebbe accusato alcuni sintomi Covid: fatto un primo tampone con esito negativo il 7 marzo, visto il persistere di problemi respiratori e di altri sintomi che sembravano riconducibili al virus, il giorno dopo è stato portato dal 118 – chiamato dai familiari – all’ospedale Cardarelli ma non in reparto Covid. Con il peggiorare della sua situazione viene rifatto il test, stavolta con esito positivo; continua ad aggravarsi fino ad essere trasferito in terapia intensiva dopo muore tra sabato e domenica scorsi.

Subito dopo il decesso i familiari di Ciro Castellano hanno deciso di sporgere denuncia affinché vengano rintracciate eventuali responsabilità; già fissata l’autopsia, primo step necessario per fare luce quanto meno sulle cause della morte del 62enne.

La morte di Castellano, che non può al momento essere correlata la vaccino AstraZeneca, si aggiunge ad altri casi in Campania e in tutta Italia. Un’altra dipendente della scuola, Sonia Battaglia di 54 anni, è morta la scorsa settimana dopo alcuni giorni di coma a causa di una devastante emorragia cerebrale: era stata vaccinata il primo marzo. Una serie di accadimento che, uniti alle preoccupazioni, hanno indotto molti rappresentanti del mondo della scuola in lista per la vaccinazione in Campania a rinunciare.

lunedì, 22 Marzo 2021 - 09:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA