Campania, sulle vaccinazioni spunta l’ombra dei furbetti: la Procura di Napoli indaga sugli elenchi di caregiver e fragili


Indagini della Procura della Repubblica di Napoli sui furbetti del vaccino. La campagna vaccinale in Campania, tra stop e ritardi, va avanti. Secondo le ultime rivelazioni la Regione è fanalino di coda per numero di somministrazioni, il governatore De Luca arringa ogni venerdì da Facebook sparando a palle incatenate contro il Governo e il commissario Figliuolo sul numero dei vaccini destinati al territorio che amministra, nel frattempo però serpeggia il sospetto che, mentre ci sono ancora fragili e anziani in attesa silenziosa dell’inoculazione (la prima) c’è chi ha ‘saltato la fila’ aggirando regole e protocolli.

Spetterà dunque ai pm partenopei chiarire chi e come abbia eventualmente ricevuto il vaccino pur non rientrando nelle categorie aventi diritto, in particolare i cosiddetti ‘caregiver’, coloro i quali prestano assistenza ad un familiare, e quanti invece si sono registrati sulla piattaforma regionale della Soresa come fragili senza esserlo.

L’ennesimo spaccato di italianissima furbizia, qualora le accuse, emerse attraverso articoli di stampa e denunce, fossero dimostrate. Nel frattempo la Procura ha delegato alla Squadra Mobile partenopea l’indagine sui ‘furbetti’ puntando i riflettori proprio sui caregiver e fragili.

   Le posizioni al vaglio sarebbero un centinaio. Si tratta di nomi, peraltro, già raccolti anche dei carabinieri del Nas. Una indagine interna è stata disposta anche dal direttore dell’Asl Napoli 1 Centro Ciro Verdoliva. Al momento non risultano persone iscritte nel registro degli indagati e neppure sono state formulate ipotesi di reato: quella più plausibile apparirebbe al momento il falso. Non si escludono anche che il vaccino sia stato somministrato a causa di errori formali.

Ad oggi in Campania, secondo i dati dell’Unità di crisi della Regione, sono state 1.301.087 le dosi di vaccino somministrate. Complessivamente sono stati vaccinati con la prima dose 942.867 cittadini. Di questi 358.220 hanno ricevuto la seconda dose. La piattaforma per le adesioni è regolarmente aperta per tutte le categorie previste. 

mercoledì, 21 Aprile 2021 - 10:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA