Napoli, sangue durante la movida: minori accoltellati, 16enne bloccato dagli agenti

Una veduta del lungomare di Napoli durante il lockdown (foto Kontrolab)

Tre minorenni accoltellati per un complimento di troppo. E’ quanto accaduto l’altra sera, intorno alle 22.45, in via Partenope a Napoli. Un ragazzino di 16 anni è stato fermato e accusato di tentato omicidio e ora la sua posizione è al vaglio da parte della procura per i minorenni.

Uno dei feriti, un 15enne della zona dei Banchi Nuovi (quartiere San Giuseppe), è stato trasferito al Cardarelli: è stato raggiunto da una coltellata allo sterno. Gli altri due, un 16enne della Sanità e un 18enne del quartiere Stella, hanno riportato ferite meno gravi perché le coltellate sono state più superficiali: il primo è stato colpito alla coscia destra, all’avambraccio destro e alla schiena, mentre il secondo ha rimediato una ferita al gluteo.

L’aggressione, secondo quanto ricostruito per ora dagli agenti del commissariato San Ferdinando, sarebbe scaturita da un diverbio avuto in strada con un ragazzo, il quale è stato identificato in poche ore e accusato di tentato omicidio. A scatenare l’aggressione sarebbero stati dei complimenti rivolti dal terzetto alla ragazzina che era in compagnia del 16enne che poi ha impugnato il coltello.

Leggi anche:
– Napoli, scoperti 298 furbetti del reddito di cittadinanza: 8 sono evasi dai domiciliari per presentare domanda, uno è in cella
– Sentenza già scritta, penalisti nel caos: Napoli rinuncia alla ‘lotta’, c’è chi minaccia la cancellazione. L’Ucpi: astensione
– Turismo, l’appello di Giovani Confapi al Governo: «Persi 800 milioni, niente tasse per chi assume»

lunedì, 31 Maggio 2021 - 11:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA