Roma, il centrodestra sceglie Michetti: prof opinionista criticato per frasi sul saluto romano. Ticket con giudice Matone

Enrico Michetti

Il centrodestra risolve il rebus Roma e decide per la candidatura del docente universitario Enrico Michetti a sindaco di Roma. Dopo settimane di incontri al vertice tra i leader di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Lega alla ricerca spasmodica di un nome di rilievo per la corsa allo scranno più alto del Campidoglio, è arrivata la fumata bianca. Le speranza di un ritorno del centrodestra alla guida della Capitale (l’ultimo sindaco di destra è stato Gianni Alemanno) si riversano dunque su un candidato civico, così come avvenuto a Napoli dove per la coalizione corre il magistrato Catello Maresca. E un giudice è presente anche nella candidatura romana perché accanto a Michetti, nel ticket per il Campidoglio, c’è una figura mediaticamente molto nota della magistratura italiana come la giudice Simonetta Matone: un ticket completamente civico, dunque, che va a coprire la penultima casella del puzzle elettorale per il centrodestra, ancora alla ricerca di un nome per Milano.

«Piena sintonia nel centrodestra che ha scelto Enrico Michetti candidato sindaco per Roma Capitale, in ticket con Simonetta Matone che sarà prosindaco. Paolo Damilano è il candidato sindaco a Torino. Entro la settimana sarà ufficializzata la candidatura per la Regione Calabria – ha detto il segretario della Lega Nord Matteo Salvini – Ci siamo riconvocati per mercoledì prossimo e chiuderemo su Milano e Bologna». 

Enrico Michetti e Simonetta Matone «sono due professionisti straordinari, con curriculum straordinari» ma «anche capaci di parlare coi cittadini» ha dichiarato Giorgia Meloni, leade di FdI al termine del vertice. «Il ticket Michetti-Matone è la soluzione migliore che offriamo ai romani per vincere le elezioni e guidare la città» ha aggiunto  Antonio Tajani, presidente di Forza Italia –  Combatteremo – ha proseguito – per vincere e governare bene la città dopo i disastri della Raggi». Tajani ha ricordato anche la proposta di legge sui poteri speciali per Roma Capitale presentata da Fi e in discussione alla Camera, con l'”azzurra” Annagrazia Calabria come relatrice: «Pensiamo Roma come a una capitale europea, come il vero biglietto da visita dell’Italia, con i poteri adeguati a quelli delle altre grandi capitali. Per Fi è una sfida da vincere».

Enrico Michetti ha 56 anni, è romano ed è professore di diritto pubblico all’Università di Cassino; dal 2017 è Cavaliere al merito della Repubblica italiana, insignito su proposta dell’allora presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Ha fondato la Gazzetta Amministrativa della Repubblica Italiana e il sito ‘Il quotidiano della Pa’ ma al grande pubblico, soprattutto romano, è noto soprattutto per gli interventi da opinionista a RadioRadio in cui ha molto criticato i governi Conte e Draghi soprattutto durante la gestione dell’emergenza sanitaria. Di recente è stato travolto dalle polemiche per una frase sul saluto romano, definito, di questi tempi «più igienico»

«Sono assolutamente lusingato e ringrazio per questo tutti i partiti della coalizione di centrodestra – ha dichiarato dopo l’investitura –  Sono contentissimo del ticket con la dottoressa Matone insigne magistrato. Roma è la mia città e il mio sogno. Ora iniziamo insieme questa grande avventura per restituire insieme alla Città Eterna il ruolo di Caput Mundi».

giovedì, 10 Giugno 2021 - 09:43
© RIPRODUZIONE RISERVATA