Covid, in Campania le regole ‘speciali’ di De Luca: «Vietato alcool da asporto dopo le 22. Obbligo di mascherina all’aperto»


Obbligo di mascherine anche all’aperto, contrariamente a quanto accadrà nelle altre regioni, e nuova stretta sulla movida. Sono le novità anticipate in diretta Facebook dal presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca nell’ambito delle iniziative adottate per arginare la diffusione del Covid-19.

Leggi anche / Covid, la nefasta profezia-minaccia di De Luca: «In troppi non si vaccinano, così a settembre nuovo lockdown a Napoli»

Dal 28 giugno 2021 e fino al 31 luglio 2021 e dalle ore 22 e fino alle ore 6 sarà vietata la vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, da parte di qualsiasi esercizio commerciale (ivi compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati) e con distributori automatici. E’ uno dei passaggi dell’ordinanza che sarà emessa a stretto giro dalla Regione. Con il provvedimento si fa inoltre divieto di consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze, le ville e i parchi comunali: tutto questo allo scopo di evitare assembramenti. Il consumo di cibi e alcolici sarà consentito esclusivamente all’interno delle attività.

Sulle mascherine anche all’aperto, De Luca ha osservato che esse sono obbligatorie anche all’aperto e in tutti i luoghi in cui vi è assembramento. «E’ ovvio che se vai a fare footing la mascherina non va messa», ha chiosato De Luca.

venerdì, 25 Giugno 2021 - 15:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA