Elezioni a Napoli, è boom di avvocati alla prima esperienza. Diversi penalisti schierati con il magistrato Maresca

Toghe
di Manuela Galletta

Il conto si fa fatica a portarlo. Ma il dato è sicuramente sorprendente. E per almeno due ordini di ragione. Le elezioni comunali a Napoli nell’era post de Magistris non saranno ricordate soltanto per lo scontro Maresca-Manfredi, il ritorno di Antonio Bassolino e le anomale alleanze che reggono la coalizione di centrosinistra.

Nel capoluogo partenopeo queste amministrative saranno ricordate anche per la presenza massiccia di avvocati in campo, la quasi totalità alla prima esperienza. Penalisti in modo particolare. Alcuni dei quali sostengono convintamente il candidato sindaco Catello Maresca. E qui sta un dato incredibile: è noto, infatti, che l’avvocatura associata contesti da sempre i magistrati che fanno politica per poi tornare a indossare la toga; così come viene contestato che un magistrato possa candidarsi nella stessa città nella quale ha lavorato sino al giorno prima di mettersi in aspettativa allo scopo di candidarsi. Ebbene, oggi questa posizione viene di fatto ‘dimenticata’ da quegli avvocati che si sono candidati in liste o partiti a sostegno del magistrato partenopeo o da quegli avvocati che, pur non rivestendo incarichi elettivi, tirano comunque la volata a Maresca sui social. Un caso curioso che ha provocato qualche tensione all’interno del mondo forense, anche alla luce del fatto che tra i candidati vi è qualche esponente degli organi di rappresentanza dell’avvocatura.

Sullo sfondo l’ironia, talvolta velenosa, che diversi legali hanno sfoderato per criticare questo nuovo interesse politico da parte degli avvocati: «Visto il grande numero di Colleghi candidati propongo di allestire un seggio elettorale in piazza coperta (Tribunale Napoli)», ha scritto su Facebook l’avvocato Rosaria Elefante, Segretario Nazionale di Nad (Nuova avvocatura democratica).

Leggi anche / Guarino (Rinascimento Partenopeo) si candida al Consiglio comunale di Napoli: «Sogno una Napoli non più diseguale»

Andiamo, quindi, a vedere quali e quanti avvocati si sfideranno nelle urne e si contenderanno i voti dei colleghi. Sul fronte di Maresca, balza all’occhio il nome dell’avvocato Gabriele Esposito che fa parte del Consiglio dell’Ordine degli avvocati Napoli: Esposito è candidato al Consiglio comunale con la lista ‘Progetto per Napoli’. L’avvocato si è tirato dietro, in quest’avventura, altri colleghi che si presenteranno, però, in varie municipalità: Biagio Fedele (prima Municipalità), componente del Comitato pari opportunità del Coa di Napoli; Gianluca Uccella (seconda Municipalità); Roberta Ciriella (sesta Municipalità); Manuel Fabozzo (decima Municipalità); Davide Vernillo (quarta Municipalità). Nella stessa lista di Gabriele Esposito vi è un altro avvocato: si tratta di Ferruccio Fiorito, che è anche giornalista ed è stato conduttore della trasmissione tv di Canale 21, Ultimo Stadio. Fiorito è amico di vecchia data di Catello Maresca ed è anche colui che ha accompagnato Maresca a Castel di Sangro durante un allenamento del Napoli.

Nella civica ‘Essere Napoli’ dell’imprenditore Annigliato – che ha tirato calci, e non pochi, per via della presenza ‘mascherata’ della Lega in coalizione – vi è l’avvocato Roberta Foglia Manzillo: inizialmente inserita come candidata alla Municipalità, poche ore fa la stessa penalista ha comunicato su Facebook la ‘promozione’. Foglia Manzillo ha dato vita, di recente, all’associazione ‘Difesa donne e minori’ di cui è presidente.

Corre, invece, con Forza Italia e sempre per il Consiglio comunale l’avvocato Giuseppe De Gregorio, molto noto per avere assunto la difesa in importanti processi di criminalità organizzata. De Gregorio era stato ‘chiamato’ dal coordinatore provinciale Fulvio Martusciello già in occasione delle Regionali in Campania e adesso gli azzurri lo hanno riconvocato per la corsa a Palazzo San Giacomo. Il penalista è uno dei dieci avvocati che fanno parte della lista di Forza Italia, come anticipato ieri nella conferenza stampa di presentazione del capolista, che è però un medico e docente universitario della Federico II. In campo con gli azzurri, e sempre per il Consiglio comunale, ci sono anche l’avvocato Maria Pia Granese, che opera nel settore del diritto civile e di impresa; l’avvocato Marcello Galli; l’avvocato Michela Sorrentino.

Anche la Lega ha pescato tra i penalisti di Napoli: Gianluca Condrò è candidato per la prima Municipalità.

Con Gaetano Manfredi, invece, si schiera l’avvocato Daniele Avitabile candidato con la lista deluchiana ‘Napoli Libera’; la penalista Barbara Berardi, che entra nella ‘Lista Manfredi’, quella che fa direttamente capo all’ex rettore della Federico II.

Anche nelle fila del Movimento Cinque Stelle, che a Napoli appoggia il candidato del Pd Manfredi, non mancano gli avvocati. Scende in campo come aspirante consigliere comunale il penalista Gennaro Demetrio Paipais, già presidente dell’Unione dei giovani penalisti di Napoli e molto attivo anche sul fronte sociale (alcune delle sue ultime iniziative hanno riguardato i minori e il futuro dei minori detenuti negli istituti di pena). Paipais è al suo debutto. Una curiosità: l’avvocato è fratello di Apostolos Paipais, presidente della municipalità 8 di Napoli (Scampia, Piscinola, Marianella, Chiaiano) e coordinatore di Italia Viva di Napoli. Si candida al Consiglio comunale anche l’avvocato Valentina Rapillo. La lista Centro democratico schiera, come avvocato, la penalista Immacolata Romano, che corre come consigliere comunale.

Non mancano avvocati anche nella squadra di Alessandra Clemente, che sta arruolando tanta società civile anche per compensare la fuga di massa, e dell’ultima ora, di personaggi politici che sino a poche settimane fa hanno ricoperto ruoli nella squadra di governo di Luigi de Magistris e invece sono emigrati verso il lido di Manfredi e qualcuno verso quello di Maresca. Mariarosaria Scala, avvocato esperto nella gestione delle risorse umane, si candida per la decima Municipalità.

giovedì, 2 Settembre 2021 - 20:05
© RIPRODUZIONE RISERVATA