I carabinieri bussano ma nessuno apre: era un centro scommesse clandestino, denunciati 3 uomini nel Napoletano


Un centro scommesse a tutti gli effetti, con videopoker e dispositivi per il cambio delle monete. Questa volta però non era stato inaugurato in strada per essere accessibile a tutti ma si trovava  in un seminterrato in via Annecchino, lontano da occhi indiscreti ma non da quelli dei carabinieri.

Durante un servizio di controllo del territorio, i militari della stazione di Pozzuoli hanno notato un curioso via vai lungo una strada generalmente a vocazione residenziale. Quando hanno bussato al grosso portone in ferro non hanno però ricevuto risposta. All’interno luci accese e voci concitate, evidentemente preoccupate per il controllo.

Dopo una lunga trattativa, i tre occupanti hanno aperto la porta. Nel locale, privo di qualsiasi autorizzazione, 8 videopoker senza matricola, non connessi alla rete dell’Agenzia dei Monopoli e delle Dogane. Il locale è stato sequestrato mentre i 3 uomini – tutti di Pozzuoli  – sono stati denunciati per concorso in gioco d’azzardo e violazioni al testo unico sulle leggi di pubblica sicurezza.

lunedì, 20 Settembre 2021 - 11:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA