Vicequestore arringa la folla dal palco contro il Green Pass, ira di Lamorgese: scatta il provvedimento disciplinare

Nunzia Alessandra Schilirò

Osannata da chi osteggia la certificazione verde, aspramente criticata dai sì Green Pass: la vicenda del vicequestore della Polizia di Stato Nunzia Alessandra Schilirò desta scalpore e polemiche. Schilirò è salita sul palco della manifestazione di sabato organizzata da chi non vuole il Green Pass, in piazza San Giovanni a Roma, e in un intervento di dieci minuti ha spiegato perché è contraria. Un intervento che le ha già portato una prima conseguenza: un procedimento disciplinare nei suoi confronti da parte dell’amministrazione di appartenenza. Contro di lei anche la dura reazione del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese che ha definito quelle di Schirilò «dichiarazioni gravissime». 

«Sto seguendo la vicenda personalmente con il capo della Polizia Lamberto Giannini – ha aggiunto il ministro – affinché vengano accertate, con assoluta celerità, le responsabilità sotto ogni profilo giuridicamente rilevante a carico dell’interessata»,

Nel suo discorso dal palco, il vicequestore ha affermato di «dissentire con il lasciapassare verde che è assolutamente incompatibile con la nostra Costituzione. Nessun diritto può essere subordinato a un certificato verde» ha detto Schilirò in un passaggio dell’intervento, in cui ha premesso di essere sul palco come «libera cittadina». 

«È bello apprendere dai giornali, anziché dalla propria amministrazione, di essere già sotto procedimento disciplinare. Sono molto serena – ha poi scritto sul suo profilo Facebook – Ieri mi è capitata l’occasione di esercitare i miei diritti previsti dalla Costituzione e l’ho fatto. Il mestiere che svolgo è pubblico. Ho ricevuto quattro premi dalla società civile per i miei risultati professionali. Ieri – aggiunge – ero solo una libera cittadina che esercita i propri diritti. Se l’amministrazione non gradisce la mia fedeltà alla Costituzione e al popolo italiano, mi dispiace, andrò avanti lo stesso. Andrò avanti sempre, con o senza divisa, per amore del mio Paese».

lunedì, 27 Settembre 2021 - 10:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA