Video hot dall’ufficio cimiteriale, bufera a Ercolano dopo il servizio di Striscia. Miranda e Sabbarese contro il sindaco

luca abete ercolano striscia la notizia

La città di Ercolano si sveglia tra l’incredulità, l’indignazione e le polemiche. Ieri sera Striscia la Notizia ha mandato in onda un servizio sull’uso distorto del pubblico impiego fatto dalla dipendente di un ente pubblico. La signora, dalla sua postazione nell’ufficio cimiteriale, offriva prestazioni hot tramite una piattaforma online. La trasmissione di Antonio Ricci, tuttavia, non ha indicato il nome del Comune presso il quale la donna lavora, ma a Ercolano c’è voluto poco per riconoscere gli ambienti dove Luca Abete si è recato per mettere la donna dinanzi al fatto compiuto.

Leggi anche / La reazione del sindaco Buonajuto: azione disciplinare per la donna e per chi sapeva

Il primo a indicare il luogo del misfatto è stato Gennaro Miranda di Fratelli d’Italia, che ha chiesto le dimissioni anche del sindaco di Ercolano Ciro Buonajuto: «C’è un limite che nessuno mai dovrebbe superare, MAI!!! – ha scritto su Facebook – Mi aspetto le dimissioni della dipendente, del funzionario, del dirigente, dell’assessore e del Sindaco!!! Nessuno può e deve far finta di niente. Nessuno deve far finta che non sapeva. Inaccettabile qualsiasi altra azione. DIMETTETEVI E VERGOGNATEVI, TUTTI!!!».

Dal video si evince chiaramente che altre persone sapessero dell’attività della signora per avere partecipato insieme a lei a qualche filmato. Sulla stessa scia Piero Sabbarese di Azione: «Ho visto il servizio sconcertante di Striscia la notizia che mi è stato segnalato da alcuni cittadini. Quello che accade negli uffici è responsabilità di chi Governa che non può far finta di niente. Questi fatti dimostrano precisamente quello che stiamo dicendo da un anno: un vuoto politico enorme, un vuoto gestionale, ed un burrone amministrativo senza precedenti».

martedì, 19 Ottobre 2021 - 09:21
© RIPRODUZIONE RISERVATA